Seeking the Music Business puntata #12

 
Benvenuti alla nuova puntata di Seeking the Music Business, siamo giunti alla #12.
Proseguiamo con la nostra chiacchierata sulla promozione, per approfondire altri aspetti importanti.
Abbiamo visto nella puntata #11 come funziona a grandi linee la promozione sui negozi digitali e come anche gli artisti emergenti possano sfruttare alcuni strumenti messi a disposizione delle piattaforme, come quelli di Spotify.
A proposito di Spotify, è chiaro come si basi sul meccanismo delle playlist. Ma a parte crearne una, come possiamo far sì che funzioni al meglio e arrivi a più persone, usandola anche come strumento di promozione?

Ottimizzare le playlist di Spotify
 
Dopo aver visto come si crea una playlist, oggi scendiamo più nel dettaglio con qualche consiglio su come ottimizzarla e renderla interessante per gli utenti.



Scegli un tema: le playlist di Spotify si basano su un genere, su un singolo artista o band, su atmosfere, stati d’animo e attività. Puoi prendere spunto da quelle già esistenti e crearne una simile o completamente diversa per posizionarti in una nicchia. Quando scegli il tema cerca di avere bene in mente che tipo di musica ci metterai dentro, che atmosfere o stati d’animo evoca, ecc.
Dalle un bel titolo, sarà più semplice trovarla e invogliare gli utenti ad ascoltarla.

Compila la playlist con gusto: quando hai scelto il tema della playlist, seleziona i brani che più sono in linea e attinenti. Mettici dei tuoi brani e aggiungine di altri artisti presenti nell’immenso catalogo di Spotify. Se la tua playlist è dedicata a un genere, scegli il meglio di quel genere, i brani più nuovi e di successo, oppure quelli un po’ meno conosciuti e che pensi debbano essere valorizzati. Trova il giusto mix per renderla unica.

Aggiornala costantemente: ogni settimana aggiungi una traccia o due, ne bastano poche. Non dimenticarti di metterci dentro anche i tuoi pezzi nuovi se li hai. Cerca di averne cura.

Condividi la playlist sui social: Spotify ha caratteristiche molto social, non sfruttarle sarebbe un peccato. Una volta creata, o per ogni aggiornamento che fai, condividi la playlist su Facebook, Twitter, Tumblr o sul tuo blog. Accompagnala a un messaggio carino e che possa invogliare gli altri a sentirla, sfrutta la tua rete di contatti. D’altronde la playlist l’hai fatta per farti ascoltare anche da loro, no?

A proposito di social…

Dopo aver visto nel dettaglio tutte le possibilità di autopromozione sui negozi digitali, ci sono altre piattaforme che possono darti un grande aiuto a diffondere i tuoi contenuti: i social network. Tutti noi ne usiamo almeno uno, quindi sai già di cosa parliamo.
Quali sono i migliori per un musicista? Noi ne abbiamo individuato alcuni e proviamo a darti qualche dritta su come sia meglio sfruttarli nel nostro prossimo appuntamento. Se ti interessa approfondire, resta sintonizzato.

Alla prossima puntata!
 
Maria Elena Marras (Sounday Music)