Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Digging in the web

Diggin In The Web #308

articolo_digginintheweb.jpg

Benvenuti ad una nuova puntata super ricca di materiale di Diggin In The Web. Ormai siamo davvero senza contegno. Partiamo dal sottoscritto aka Sandro Outwo.

Parto subito con un progetto in free download che vi consiglio di scaricare ancor prima di finire di leggere la mia descrizione. Ho avuto il piacere di ascoltare in anteprima “The Wolf Of The Beat” di Fringe, interamente prodotto da quel grandissimo producer che è Fabio Musta. 5 tracce che non fai in tempo a mettere in play che sono già finite e devi riascoltare assolutamente, perché il ragazzo è molto valido e sul beat ci sa davvero stare. Il mio brano preferito è proprio la title track “The Wolf Of The Beat“, che contiene il sample “Wanna Be Where You Are” di Zulema, usato anche da DJ Shocca in “Non C’è Tempo Per Noi”. Nel progetto c’è anche spazio per i featuring di Iero, Liuk Dee e Mega. Che dire: Fringe merita tanto. Buon ascolto.

Il secondo album che vi propongo è “Chapeau” de Ladecadenza, duo composto dai coniugi Dalton. Ecco: quest’ultima cosa mi ha incuriosito parecchio prima di ascoltare il progetto (ringrazio ancora per la copia fisica: consigliata sia per la qualità, che per il packaging cartonato). “Chapeau” è un lavoro intenso, composto da 9 tracce tutte molto belle senza featuring. Il concept mira a valorizzare quei valori umani messi, ormai, in secondo piano dalla felicità di possedere beni materiali. Charlie e Zelda Daton hanno una chimica pazzesca che rende “Chapeau” un progetto da ascoltare e da avere a tutti a costi. Potete ascoltare e scaricare gratuitamente il progetto dal player qui sotto.

Dovrebbe bastare solo il nome a farvi scaricare “Smile Kid!” di FoRLai, un artista di cui vi ho sempre parlato super bene e con il quale ho avuto il piacere di collaborare. Il beat tape racchiude 13 produzioni super minimali dell’artista di Avellino prodotte tra il 2011 e il 2014 che lo stesso FoRLai ha deciso di regalare sul suo Soundcloud. Sinceramente, non ho molto altro da dirvi: cliccate play e lasciatevi trasporate da “Smile Kid!” e supportate i giovani producer che meritano, perché se non lo fate voi (e noi appresso) è giunto il tempo di sbaraccare tutto e andare a casa.

Diggin prosegue con la selezione di Stephaz.

Anche oggi selezione abbondante. Parto segnalandovi l’uscita del video di “Come Va”, nuova traccia proposta dal collettivo milanese Zero2. Il brano è prodotto da Mr.Effe ed è scaricabile cliccando QUI. Al momento non si hanno ulteriori informazioni riguardo future collocazioni del pezzo.

Il secondo contributo è targato Shiva, rapper giovanissimo su cui so ben poco se non che di recente ha pubblicato “La Via Del Guerriero” e insieme al disco è stato pubblicato online anche il video della title track prodotta di Biggie Paul. Non mi sbilancio su nessun giudizio particolare, visto che non ho neanche ascoltato il progetto, ma sicuramente il nome è da tenere a mente. A seguire trovate anche un secondo estratto, “Creature”, in questo caso prodotto da Aly Armando.

Avanti con Dala che pochi giorni fa ha reso noto un nuovo assaggio da “Golden Horn”, lavoro a breve disponibile. La traccia in questione si intitola “Neanche La Pioggia” ed è prodotta da SMB.

Prima di segnalarvi un tape in free download, vi propongo un inedito e un remix che la top producer The Essence ha realizzato nell’utlima settimana. L’inedito è un tributo fatto in onore di A$ap Yams, recentemente venuto a mancare, mentre il remix è un altro tributo se vogliamo, in questo caso fatto ai Subsonica e alla loro musica.

Chiudo con “Prodigi”, lavoro rilasciato ormai circa un mese fa a nome di Pule e scaricabile cliccando sulla cover che segue. Mi sono convinto a proporvi questo lavoro per un semplice fatto, anzi per due motivi. Il rapper romano ha un attitudine davvero grezza e hardcore al microfono e nonostante molti limiti e aspetti da migliorare, il suo rap potrebbe rendere davvero molto fra qualche anno. Alla fine della lista dei ringraziamenti che trovate all’interno del disco viene riportata la frase “A Pule perché ha rialzato Marco dal fango mostrandogli questi prodigi”. E’ questa in buona sostanza la chiave del disco, Pule infatti, seppur non si tratti di un vero e proprio concept album, impronta la maggior parte del suo lavoro su questa linea. Una linea di riscatto sia personale che generazionale, riuscendo a trasmettere tutta la rabbia e la resistenza che il ragazzo mette nell’affrontare i suoi problemi. Nonostante riesca a trasmettere col solo ausilio della voce e con l’interpretaizone dei testi i suoi stati d’animo, la stessa cosa non avviene però attraverso gli stessi testi. O perlomeno, non avviene sempre, e non nella maggior parte dei brani. Pule è poco concreto, a volte vago, e in molti casi si capisce che di fondo è incazzato verso qualcosa ma non si capisce bene verso cosa in particolare. Salvo qualche eccezione, come “Bugie”, “Pe 2 Lire” o “Eterno”, la rabbia del rapper rimane inespressa da un punto di vista della scrittura e le tematiche restano trattate in maniera molto generica. Ci sono altri problemi, più piccoli, ma questo a mio avviso è il suo problema principale: cercare di esprimere in maniera più tangibile le sue esperienze. Una lancia va invece spezzata a favore della scelta delle strumentali, in grado di dare una compattezza al lavoro anche dal punto di vista musicale. Non aggiungo altro, ascoltate anche voi e fatevi la vostra idea. Se volete dare un preascolto generale potete farlo cliccando QUI.
11lj47r

Chiudiamo con Biz.

32 persone che vogliono spaccare?
Ve le trovate direttamente dalla Sicilia dove è comparso il “GrowTape 2014“, mega raccolta di pezzi con il meglio dell’underground di questa magica terra. Il tutto è stato ideato da Gianluca Sambataro e il master passa sotto le sapienti mani di Gheesa. È un viaggio musicale bello tosto dove ogni emcee tira fuori il meglio dal suo bagaglio di stile e colpisce nel segno. Se volete scoprire la Sicilia al meglio questo è un ottimo inizio, tutto d’un fiato. Sparatevi la playlist che poi ve lo scaricate si!

Uooooo ma non vi avevo parlato dei Dirty Hubs?
Rimedio subitissimo postandovi “Rising Sun“, un pezzo d’amore verso il rap costruito per entrare in testa all’istante.
Veramente efficace, bravi tutti!

Prendi dei produttori dei quali dovremmo osannarne le gesta.
Prendi dei rapper internazionali con i controstilosi.
Insomma prendi i Dirty Dagoes, Nutso & Low Cut e crea “Shut’em Down“, pezzo che sa di terra sarda grazie al remix dei nostri.
Da ascoltare qui sotto.

A sabato!
Sandro Outwo, Stephaz e Biz

Conosci meglio

Rapper, cantante, speaker radiofonico, sneakerhead e streetwear addicted, detentore della verità assoluta. Il tuo idolo vorrebbe essere me.
Iscriviti alla nostra Newsletter