Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Recensione

Mellow Mood – 2 The World

mellow-mood.jpg
I gemelli colpiscono ancora con il nuovo album 2 the World. Parliamo dei fratelli Garzia: due giovani ragazzi di Pordenone con in testa un sacco di dreadlocks e la folle idea di conquistarsi un posto al sole nel mondo del reggae. Quella pazzia si sta avverando grazie all’ennesimo prodotto di qualità – siamo al quarto disco di inediti, ad appena dieci mesi dal lavoro precedente – messo in campo dai Twinz grazie alla splendida produzione del conterraneo Paolo Baldini (Br stylers, Africa unite e Tre allegri ragazzi morti). Quest’ultimo, vero e proprio genio del suono dub in Italia e non soltanto aiuta Jacopo (Jacob) e Lorenzo (L.O.) Garzia, nel confezionamento di un ottimo disco dove troviamo, ska e rocksteady a parte, tutte le sfumature del genere. Roots, new roots, reggae lovers, dancehall e dj style ben miscelati assieme ad ottimi arrangiamenti e a voci splendide cui non mancano, persino, importanti collaborazioni internazionali (Tanya Stephens, Hempress sativa, Jah9, Gideon & Selah). I Mellow mood hanno annusato la concreta possibilità di un successo mondiale e, naturalmente, confermano il cantato in patois giamaicano; quasi indistinguibile dal dialetto parlato da un qualsiasi Don di Kingston. Nel disco ci sono almeno un paio di buoni singoli per sottogenere: dai roots giusti per il mercato europeo ai brani più soul e ballabili perfetti per la discografia giamaicana e statunitense. Tra le canzoni di 2 the world spiccano certamente, comunque, Twinz invasion, Criminal, la ballata Bun mi heart, il singolo di lancio Inna Jamaica pt. 2 e Love mama (la Redemption song splendida e commovente dei fratelli Garzia). Non sono niente male, a dire il vero, anche il roots Wipe away, la seanpaulesca Weh you trend, Innocent e la sexy Extra love. Tutto questo, poi, è condito da bellissimi arrangiamenti di chitarra, batterie molto “americane”, ottimi fiati usati con il contagocce, qualche strofa cantata alla Damian Marley, rullate da orgasmo e riverberi spring sparsi ovunque; per la goduria di chi ama il caro e vecchio foundation. Big up ai Mellow mood, insomma, dalla Penisola alla conquista della Isla: qualcuno partito da Marsala ci è già riuscito, chissà che ora non tocchi a questi due fenomeni dalla gelida Pordenone. Ricordiamo per concludere che all’album uscito il 7 aprile scorso, prodotto da La Tempesta international, collaborano anche gli italiani Forelock e Andrew I (artisti in orbita Mellow Mood e nello staff di Baldini). 2 the World è disponibile su iTunes e su tutte le piattaforme digitali; è distribuito in tutti i negozi di dischi, invece, da Master music.

Leggi anche:  Four è il nuovo EP degli Shakalab

Conosci meglio

lacasadelrap.com è un portale focalizzato sul Rap ma attento anche a ciò che ne è affine, spaziando tra la cultura Hip Hop, la Black Music e la scena Urban. Vero punto di forza è l’attenzione verso aspetti solitamente meno approfonditi, come la scena emergente e quella femminile. Altra importante caratteristica è il suo staff eterogeneo e dislocato in tutto il territorio italiano, capace di valorizzare anche le realtà meno in vista.
Ti potrebbe interessare
TopNews Ita

Musica Che Cura, la solidarietà arriva in streaming

Nuova uscita

Four è il nuovo EP degli Shakalab

Intervista

Alborosie, la Giamaica, l'Italia e il nuovo album Unbreakable

Intervista

Mellow Mood, il reggae che non muore mai

Iscriviti alla nostra Newsletter