Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

IntervistaReport

Snak the Ripper

SNAK-THE-RIPPER.jpg

Ciao a tutti e benvenuti ad un nuovo appuntamento con le interviste de La Casa del Rap.

L’8 ottobre siamo stati al Rashomon Club di Roma in occasione del live “Just another fuckin’ european tour” del canadese Snak The Ripper, uno degli MCs di punta della Stealth Bomb Records di Vancouver, tra cui anche il giovanissimo Merkules, che sarà live a Roma il 24 di questo mese.

Organizzata da Ai Town e Trevis 44, la serata si apre con un dj set di riscaldamento di me medesima aka LaFresh, ed il pubblico inizia a riempire il locale. Dopo il set, iniziano i live di apertura di Sgravo e Dj Fastcut di casa Guastaf3ste. L’atmosfera inizia a diventare elettrica e sale sul palco anche Kento, che coinvolge tutto il pubblico sottopalco facendolo rappare insieme a lui.

Ad ogni cambio palco la gente urla “Snak! Snak!” impaziente di vederlo in scena.
Continuano ancora i live di apertura con lo show de “Il Movimento”, supergruppo romano formato da Dr. Testo live su MPC, Esdì di casa Ai Town, Luci Soffuse, Caduta Libera e Santa Sangre.
Tutti insieme sul palco fomentano ancora i presenti per accogliere una sorpresa prima di Snak The Ripper: si tratta di Jaclyn Gee, attualmente la compagna di Snak, anche lei nel roster della Stealth Bomb che presenta alcuni brani dell’ultimo album “Gipsy Rose”, disponibile a questo link: http://jaclyngeemusic.bandcamp.com.

Leggi anche:  Ascolta qui Black Rock, il nuovo album degli Onyx

Lei stessa presenta l’ingresso di Snak sul palco, che inizia a rappare ancora nascosto dal pubblico,  poi esce dal privé nel climax della prima strofa ed inizia la performance con alcuni estratti dal suo ultimo album “Just Giver” (https://therealsnaktheripper.bandcamp.com) tra cui la title track “Just Giver”, “Alive” insieme a Jaclyn Gee, “Don’t leave”, “Eight hours a day”. Il pubblico impazzisce ed a tratti invade lo spazio del rapper sul palco per il fomento, tanto da coinvolgere la security per tornare all’ordine. Ordine che viene di nuovo sconvolto quando Snak si arrampica sul privé del Rashomon e scavalca il corrimano, cantando in bilico sul pubblico (ammetto di aver pensato si lanciasse in un hopsiniano stage-diving, ma credo abbia fiutato il pericolo di farsi male quanto me).

Gli ultimi pezzi sugli scratch di DJ Fastcut, che ha accompagnato Jaclyn Gee e Snak per tutta la durata del live, chiudono una serata carica di adrenalina soprattutto per il carisma di Snak, sicuramente un MC di spessore non solo per la stazza quanto per l’estrema capacità di farsi seguire da tutti i fan sotto palco.

Siamo riusciti a fargli alcune domande a fine serata, nonostante la stanchezza dopo la performance, è stato disponibile a prendere parte ad una brevissima intervista.

D: Il tuo ultimo album “Just Giver” è uscito nel 2014 per la Stealth Bomb Records. Cosa ci puoi dire sulle collaborazioni presenti in questo disco ed in quello che stai preparando per l’immediato futuro?
Snak: Nel mio ultimo album c’è Jaclyn Gee ovviamente, poi di base tutta la mia crew: Merkules, Caspian, Stealth Bomb Records, Stompdown Killaz e poi soprattutto gli Onyx, questo è tutto quello che posso dire per ora, ci sono anche altre persone ma non voglio rovinare la sorpresa.

Leggi anche:  Merkules @ Roma. Report + Intervista

D: C’è qualcuno che consideri una particolare ispirazione per la tua musica? Un artista di preciso, o un genere musicale?
Snak: Sono ispirato particolarmente da ogni tipo di musica in realtà, sia vecchia che nuova, che sia rock, classica, r’n’b, un pò di tutto, quindi tutto quello che mi andava di ascoltare nel corso della mia vita è stato di ispirazione per portarmi fino a qui.

D: E’ la prima volta che venite a Roma tu e Jaclyn?
Snak: Sì, ma torneremo sicuramente presto.

D: Dato che è la prima volta che venite qui, che impressioni avete avuto della città? C’è qualcosa che vi ha colpito particolarmente?
Snak: E’ una città meravigliosa ed il cibo è fantastico….
Jaclyn: …il Colosseo. E’ qualcosa di…….straordinario!
Snak: Sì ma soprattutto il caffè è buonissimo! I ragazzi che ci hanno accolto sono stati grandi, le persone sono davvero carine qui, tutta l’esperienza qui è stata divertente e sono felice che siamo riusciti a venire in Italia, e torneremo.
Jaclyn: Assolutamente.

D: Avete progetti per il futuro?
Jaclyn: Sto lavorando ad un progetto al momento ma non ho ancora trovato il nome, così sono nel processo del trovare i beat e le collaborazioni, ma dovrebbe uscire comunque l’anno prossimo.
Snak: Io farò uscire il prossimo album a gennaio, ma non posso dire assolutamente nient’altro. Informazioni top secret (ride).

Leggi anche:  Merkules @ Roma. Report + Intervista

D: Fate un saluto al vostro pubblico?
Snak: Hey Italia, grazie mille per tutto il vostro supporto, vi vogliamo bene, ci vedremo presto, continuate a darci sostegno e passate la nostra musica ai vostri amici!
Jaclyn: Ciao Italia, torniamo presto. Solo amore!

Ci vediamo il 24 a Roma per il live di Merkules, sempre di casa Stealth Bomb. Alla prossima guys!

LaFresh

Conosci meglio

Caporedattrice di questo incredibile portale. Nostalgica q.b., senza mai smettere di guardare al futuro.
Ti potrebbe interessare
News World

Ascolta qui Black Rock, il nuovo album degli Onyx

ReportIntervista

Merkules @ Roma. Report + Intervista

Iscriviti alla nostra Newsletter