Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

ReportIntervista

Merkules @ Roma. Report + Intervista

12065872_1198815996801679_2173610054849351552_n.jpg

Eccoci ad un altro appuntamento con i super report e le freschissime interviste de La Casa Del Rap! Oggi vi racconto cos’è successo sabato 24 ottobre allo Spin Time Labs di San Giovanni, Roma, in
occasione del live del colosso canadese (nel vero senso della parola) Merkules e del collega poco-tatuato (si fa per dire) Prada West. L’intero evento è organizzato da Ai Town e Trevis 44 e parte già dal pomeriggio alle 16.00 con un contest di freestyle per tutti gli MC’s presenti già sul posto, seguito da uno spazio open per i beatmakers e da un cypher per chiunque avesse voglia di fare un po’ di rap prima della partenza dei live. Il freestyle contest viene vinto da Piero R. Conclusa la prima parte della giornata andiamo a rifocillarci nell’Osteria dello Spin Time, giusto dietro il palco, di una comodità incredibile, location della nostra intervista a Merkules, ma di questo parleremo fra poco. Alle 23 inizia il dj set come al solito di me medesima aka LaFresh per scaldare un po’ la situazione prima dell’esplosione definitiva. Vibes underground per tutto il locale e la gente inizia ad arrivare e ad avvicinarsi al palco. Host di apertura Fama (Ai Town) che presenta i primi live: sale on stage Wiser che viene accompagnato da DJ Fastcut ai controlli; immediatamente dopo, Numi, un altro MC della scena romana, sempre insieme a Fastcut. Il pubblico inizia a diventare numeroso ma soprattutto preso benissimo in questa serata dedicata al rap: accoglie rumorosamente sul palco anche William Pascal e Panz (Do Your Thang) che continuano a preparare insieme agli altri MCs l’atmosfera giusta per i live dei guest internazionali. Proseguono ancora i live con il turno di The Movement, crew romano formato da Esdì, Caduta Libera, Luci Soffuse, Santa Sangre, Dr. Testo, Lobbo Og. Tutti i beat sono eseguiti live da Dr. Testo. Ormai il locale è in subbuglio ed ogni volta che uno degli MCs in apertura pronuncia il nome di Merkules segue un boato di entusiasmo di tutti i presenti. The Movement non resiste e chiama già sul palco Prada West e Merkules per il loro ultimo pezzo, accolti con urla e acclamazione del pubblico. I ragazzi si abbracciano, saltano e cantano con entusiasmo prima di lasciare il palco al primo guest, direttamente dalla family Stompdown Killaz, un artista dalle skillz affilate e anche dagli infiniti tatuaggi: PRADA WEST.

M66ZVra

Prada, infatti, non aspetta più di una traccia prima di togliersi la maglietta e mettere in mostra il busto completamente tatuato, diversamente da Merkules, che ci ha stupito con un’altra skill….che leggerete a breve. Circa 15 tracce eseguite live dal rapper che riescono a fomentare tutti, Prada è una bella macchina di rime. “No matter”, “Stylin”, “Suicidal”, “Payin Dues” alcuni dei titoli scelti per il suo show. Dopo di lui finalmente arriva il più atteso di tutta la serata: Merkules, casa Stealth Bomb (la stessa di Snak The Ripper, Caspian e Jaclyn Gee per intenderci). Lo dico, l’apparizione è bronsoliniana: appena raggiunge il centro del palco, senza dire una parola prende il collo della propria maglietta e la strappa via – sì, la STRAPPA via – davanti al pubblico. Poi grida: “Romaaaa!” ed io che ero dietro il palco, scopro che sulla pancia ha scritto con un pennarello nero “ROMA” su tutta l’estensione del “possente” bacino. Capisco perché il pubblico gli
sia quasi saltato addosso. Inizia a rappare, una delle prime tracce è “This is food show”, Dj Fastcut è dietro di lui ai controlli, la gente urla, si spinge oltre le casse sotto il palco, a tratti quasi sale accanto a lui. Merkules prende la sua birra, ne beve un sorso e lancia il resto dal palco. Altre urla di acclamazione.
GANGSTA.

Leggi anche:  Ascolta qui Black Rock, il nuovo album degli Onyx

qUC2MNm

Eppure sembrava così innocuo durante l’intervista…meglio averla fatta prima del live forse! Prosegue con altri titoli tra cui “L.A.S.H.”, un featuring con Snak The Ripper che ha davvero del surreale, “Save Us”, “Humble”, “The Sink” ed ancora “No Chances”.Continua con la sua mole a rappare senza sosta, la sua ragazza era sul palco con lui in vena di fare le riprese del live, Prada interviene ogni tanto per le doppie ma continua a stargli vicino durante tutta la durata dello show. Bei momenti. Soprattutto quando neanche i ragazzi del Movimento riescono a resistere dal salire sul palco, seguendo l’esempio di Merkules di esibirsi a torso nudo: ed è subito il Bronx.Il pezzo “L.A.S.H.” viene richiesto a gran voce come bis. L’MC è in vena di accontentare i fan ed attacca potentissimo sulla base per un’ultima volta. Insomma, un live dall’energia veramente potente, riuscitissimo nonostante i numerosi eventi su Roma nella stessa serata – il live di Fibra era uno di questi. Siamo giunti quindi al momento dell’intervista realizzata durante la serata stessa, momento in cui mi sono resa conto che in realtà Merkules è una persona davvero a modo, tranquilla e disponibile, e nonostante l’aggressività dimostrata sul palco, è un piacevolissimo interlocutore.Ci presentiamo e mi fa accomodare accanto a lui e alla sua ragazza, iniziamo a chiacchierare, gli chiedo se è emozionato. Mi dice che è troppo contento di essere lì in quel momento.

Ciao Cole – Cole è il suo vero nome, ndr – e benvenuto su La Casa Del Rap. La prima domanda per te è: qual è l’idea principale che sta dietro tutto il tuo ultimo album?
Il mio ultimo album, “Scars”, è finalmente completo e ne sono molto felice. L’ho messo insieme diversamente dagli altri album che sono stati preparati e rilasciati immediatamente; per questo qui invece, mi sono riuscito a concentrare, mi sono impegnato, ho messo tutto me stesso in questo disco, che in realtà considero come il mio primo vero album. Il titolo “Scars” è basato sul fatto che ho delle evidenti cicatrici sul viso (me le indica), quando ero molto giovane sono stato coinvolto in un incidente in cui per poco non venivo investito da un’auto, gli gridai di rallentare ma il
tipo si arrabbiò e minacciò di tornare con i suoi amici per sistemare i conti. Infatti tornò con due macchine stavolta e mi presero e mi ferirono sul viso, con un coltello dritto davanti agli occhi. E’ questo su cui è basato il titolo dell’album, ed arrivato a questo punto però sono felice, perché sto facendo un tour con questo disco, nonostante tutto.

Leggi anche:  Snak the Ripper

JydaWdQ

Cosa ci puoi dire riguardo le collaborazioni che hai scelto per l’album?
Nel mio disco c’è Snak The Ripper, parte degli Stomp Down Killaz, abbiamo lavorato moltissimo insieme negli anni io e lui, poi ci sono Sticky Fingaz e Freddo Starr cioè gli Onyx, mi sono unito alla loro crew due anni fa, per cui sto facendo molti show insieme a loro, e saremo tutti sulla stessa strada per un po’, infatti li vorrei anche salutare! E poi c’è Caspian, che è un altro degli Stomp Down, e anche lui è nella mia crew, è un mio amico da anni. E questo è più o meno tutto.

Bene! Abbiamo ospitato Snak The Ripper qualche settimana fa qui a Roma e ci siamo divertiti, la Stealth Bomb è veramente grandiosa.
Sì lui è fantastico, e anche la crew (ride).

C’è qualche collega o artista in particolare che ammiri e prendi come ispirazione per la tua musica?
Credo che ogni artista della mia crew sia un’ispirazione per la mia musica, non c’è neanche bisogno di dirlo, prendiamo energia l’uno dall’altro, ci ispiriamo a vicenda, non prenderei una persona sola come ispirazione. Se la mia intera crew va avanti, è perché impariamo qualcosa gli uni dagli altri ed abbiamo un rapporto stretto, è proprio grazie a questo che abbiamo avuto successo.

Ko8HWgj

Mi hai detto che è la prima volta che sei in Italia. Che cosa ne pensi di Roma? Sei riuscito a vederla? 
Credo sia incredibile, oggi abbiamo visitato il Colosseo ed è stato pazzesco per me, e per essere onesti è davvero stupendo vedere tutto quello che c’è qui, è sempre stato un sogno quello di visitare l’Italia, ma essere qui e fare anche uno show, e sapere che c’è gente che ascolta la mia musica, è una benedizione. Ho un altro giorno libero domani per cui vedrò anche altre cose, ma per quanto riguarda oggi sono stupefatto, qui è proprio meraviglioso. E la pasta è incredibile. E la pizza, anche. E il gelato. E il vino. Che meraviglia. Amo l’Italia.

Leggi anche:  Jangy Leeon presenta L'Era Della Bestia nella nuova puntata di Zoom In

Che progetti hai per il futuro, dopo questo album?
Intanto dopo questo live siamo in Spagna, per altri show. Per quanto mi riguarda invece, lavorerò ad un altro album solista, ho una specie di visione su quello che sarà ma non ho un titolo ancora, ma non appena torno a casa in Canada, inizio a lavorarci, non ho proprio un’idea chiara di quello che sarà, per cui sarà una sorpresa sia per me che per i fan.

Come vedi la scena hip hop in questo momento, parlando in generale?
Credo che molte persone pensino “Adesso è tutto mainstream, non è più come prima, non è underground, non è come nei Novanta”, ma credo che molte di queste persone che lo pensano non stiano osservando abbastanza a fondo, penso che il tipo di musica che noi stiamo cercando di fare ricordi molto il sound dei Novanta, sia fluente e rispecchi i beats boom bap di una volta. Credo che queste persone siano convinte che questo genere di musica non sia più tanto diffusa,  ma sento che ci sono un sacco di artisti che stanno portando avanti quello che facciamo anche noi e tutti coloro che si impegnano nella scena hip hop underground, per cui penso sia abbastanza viva. Nonostante questo ci sono anche poche canzoni del mainstream che apprezzo anche se non sono esattamente il mio genere.
Comunque penso che la scena underground sia viva e vegeta ed è per questo che ci piace andare in tour ed assicurarcene. Credo che l’hip hop stia bene e penso che tutto andrà per il meglio alla
fine.

Fai un saluto a tutti i fan italiani?
Un saluto a tutti i ragazzi di Roma, sono qui allo Spin Time, Roma è bellissima, l’Italia anche, la pasta è buonissima come ho già detto e continuerò a dirlo sempre, ed è solo amore.

Al prossimo appuntamento.
Cristana LaFresh
Conosci meglio

Caporedattrice di questo incredibile portale. Nostalgica q.b., senza mai smettere di guardare al futuro.
Ti potrebbe interessare
News World

Ascolta qui Black Rock, il nuovo album degli Onyx

Zoom In

Jangy Leeon presenta L'Era Della Bestia nella nuova puntata di Zoom In

IntervistaReport

Snak the Ripper

Iscriviti alla nostra Newsletter