Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Report

Nitro live @ Demodè Club

nitro_report.jpg

Sabato 21 Novembre 2015 è ufficialmente ripartita la settima stagione di concerti targata Bari Hip Hop Metro e Demodè Club di Modugno (Ba), la terza che fa rima con La Casa Del Rap: il nostro portale, infatti, regalerà gli ingressi per tutte le date, il che significa che siete obbligati a rimanere sintonizzati per partecipare puntualmente a tutte le competition. Il primo artista a salire sul palco del Demodè Club è Nitro, in promozione con il suo ultimo album “Suicidol“, uscito a Maggio per la Machete Empire/Sony Music. L’apertura della serata è affidata alla selezione musicale di Mista P e al rap di Siffa e della Savana Riot, crew proveniente da Barletta che ha ben figurato sul palco, raccogliendo anche un ottimo successo dal pubblico.

GbO9fne

Il Demodè era quasi sold out per un artista che, in pochissimo tempo, è riuscito ad arrivare ad una fetta di pubbblico molto ampia: le sue abilità di liricista, di freestyler e la sua capacità di stare sul palco e di essere molto versatile fanno di Nitro uno degli artisti più completi e, allo stesso tempo, più interessanti del nostro stivale. L’essere molto giovane e l’aver pubblicato già 2 dischi ufficiali per un roster importante come quello della Machete, inoltre, collocano il rapper vicentino all’interno, se vogliamo, di quella cerchia di artisti veterani ed abituati al grande pubblico. Nelle metriche, nel flow e nel carisma di Nitro incide parecchio tutta l’esperienza maturata in anni di freestyle, la quale aiuta a stringere un rapporto più stretto e più intenso con il pubblico. Possiamo suddividere l’intero live in due momenti: quello del rap più puro e quello più personale. Nitro si trova perfettamente a suo agio in entrambi ma, a mio avviso, sembra preferire l’aspetto più introspettivo del concerto, vissuto secondo emozioni precise e ben percepibili, sia da sotto che da sopra il palco. Pezzi come “Margot“, “Storia di Un Defunto Artista“, “Sassi e Diamanti” e “Pleasantville” (la traccia con cui si chiude il live) fanno davvero venire la pelle d’oca per come sono interpretati. Andando ad esplorare il lato più Hip Hop di Nitro, la fotta messa in brani “All In“, “Non Sopporto“, “Enfant Terrible“, “Stronzo” (di cui non rappa la seconda strofa a causa della chiusura provocatoria) e “Phil De Payne” è quasi ineguagliabile. DJ MS condisce tutto il live con gli scratch e con un bell’intermezzo in cui mixa e scratcha molto bene alcuni classici dell’Hip Hop come “Ante Up” degli MOP e “Simon Says” di Pharoahe Monch.

Leggi anche:  Rose Villain è la prima italiana a firmare con Republic Records

3zt6t8G

Avevo già visto Nitro live lo scorso Febbraio, in occasione del tour promozionale del “Machete Mixtape vol. 3”, insieme agli altri Macheteros. Essermi gustato questa tappa del tour di “Suicidol” ha confermato ancora di più quello che penso da un po’: a differenza di ciò che dice in “Rotten”, il futuro del rap italiano è anche suo.

Clicca qui per tutte le foto della serata

SCALETTA
1. The Dark Side Of The Mood
2. All In
3. Back Again
4. Dead Body
5. Family Affair
6. Ong Bak
7. Suicidol
8. Margot
9. Non Sopporto
10. Skit MTV Spit
11. Enfant Terrible
12. Phil De Payne
13. We takin it back
14. Stronzo
15. Sassi e Diamanti
16. Baba Jaga
17. Battle Royal
18. Storia di un Defunto Artista
19. Rotten
20. Pleasantville

SM6vz8N

A cura di Sandro Outwo
Conosci meglio

Rapper, cantante, speaker radiofonico, sneakerhead e streetwear addicted, detentore della verità assoluta. Il tuo idolo vorrebbe essere me.
Ti potrebbe interessare
Intervista

Il Maxtape di Nerone e il racconto di Massimilano: l'intervista

Nuova uscita

Maxtape: ecco il progetto ufficiale di Nerone

News ItaTop

Nitro, è fuori il video di Animalz

News ItaTop

Marracash pubblica Red Bull 64 barre di paura

Iscriviti alla nostra Newsletter