Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Intervista

Occhi Viola: tra birre e rime L’Album

occhi viola volti a metà

Abbiamo già conosciuto il duo romano “Occhi viola” (link), tra le birre e le rime siamo arrivati a “L’album” il loro ultimo lavoro.

Questo è il nostro primo disco ufficiale, in questo 10 anni abbiamo dato vita a molti progetti, lavorando con vari studi di registrazione, fonici veri e fittizi e siamo stati su tantissimi palchi a Roma confrontandoci di anno in anno con altre realtà della musica nella capitale. L’Album è nato per la ricerca di un approccio più coinvolgente anche non solo per il nostro pubblico, mantenendo lo stesso criterio nel pesare le parole e cercare di non ridurre tutto all’autocelebrazione o al contrario all’autocommiserazione, pensiamo che con questo disco siamo nella direzione giusta per fare quello che più ci interessa.

I vostri nomi girano da tempo tra le sfide di freestyle, dal “Phat Roma” al “Tecniche Perfette”. Ma come nascono gli “Occhi viola”?

Il freestyle ha sempre fatto parte del nostro percorso artistico, come hai ricordato, ed è stato fondamentale per la ricerca di una crescita costante, la verità è che ci conosciamo da prima del rap perchè veniamo dallo stesso quartiere, nel 2007 abbiamo deciso di lavorare insieme inizialmente per un live dopodichè abbiamo cominciato a scrivere il primo progetto “TorBellaMonsterZ” che vede luce nel 2009 da li in poi si è consolidato il duo. In seguito abbiamo fatto altri progetti insieme (L’Aperitivo, Due a Zero n.d.r) e solisti (Pazienza, Strikkinino and Friends n.d.r) al nostro decimo anno di attività è uscito fuori “L’Album”.Tor Bella Monaca è il quartiere di provenienza. Quanto vi ha ispirato e come è stato per voi muovere li i primi passi?

Leggi anche:  Sandy è il singolo di Strikkiboy e Giorgia Leone

Ci ha ispirato veramente tanto e muovere i primi passi come con tutte le cose non è stato facile, per quanto non sembri qui l’ambiente è molto hip hop da sempre, fin da piccoli ci ricordiamo muri dei palazzi pieni di murales e con altri, pochi, ragazzi della zona ci ritrovavamo per fare break dance o almeno provarci! Fino a capire che il rap ci appartiene perchè è ramificato nei modi di vivere a Tor Bella Monaca. Non abbiamo mai voluto dare l’impressione di basarci unicamente su una certa nomea per questo ci siamo identificati come Tor Bella Monsterz proprio per distinguerci.

Ascoltando il disco, ci aspettavamo qualcosa di più duro, invece abbiamo scoperto un disco molto easy e “preso bene” ma comunque mai banale. Il mood del disco è nato pezzo dopo pezzo in maniera naturale o è stata una scelta “studiata” quella di offrire comunque una dimensione più positiva?

Inizialmente avevamo deciso di lavorare a dei singoli come Occhi Viola dopo i nostri lavori solisti, abbiamo iniziato a scrivere e da li sono nate “Brutta”, “Non so ballare” , e “Beera”, cosi siamo partiti per farne un disco, certo è che l’idea principale era quella di far muovere chi ascolta quindi ci siamo avvicinati al funky, trovando anche spazio per fare brani più maturi come “L’Alba” con la produzione di Master Chiuso o “Credo in te” con il beat di Stone Tone, comunque ricreando sonorità hip hop che ultimamente non si sentono molto come “Vale tutto rmx” dove ha messo le mani Dr. Testo o “Fumo troppo poco” con il beat de Il Crisa.“Occhi viola nel pub, sai che tutto funziona, la meglio birra di Roma con la musica buona”, parliamone… come si passa dal fare le rime a produrre la birra “Occhi viola”?

Leggi anche:  Torna il Fight Club: Star Trick prossimi ospiti del Rap Freestyle Tournament

Tutto nasce al “Tre de Tutto” il pub di centocelle , frequentando il posto è nato il rapporto con i mastri birrai di “Contromano” per la Occhi Viola IPA e “Fri Style Brewing” per la Occhi Viola STRONG, all’inizio si scherzava sul nome del nostro gruppo e su quanto una birra poteva renderci fisicamente più rappresentativi! Vogliamo allargare il nostro marchio anche fuori dai soliti canoni pubblicitari per aprirci le porte a nuove opportunità.

“All’orizzonte”. Cosa bolle in pentola? Quali sono i vostri progetti futuri?

Occhi Viola: dopo i video di “Non so ballare” e “Beera” realizzati con Ai Town, dovremmo far uscire il terzo singolo e siamo pronti per portare “L’Album” in giro!
Strikkiboy : ho dei singoli pronti da far uscire, probabilmente con dei video, insieme a Dr.Testo sto lavorando ad un EP con delle novità ma per ora non anticipo niente!
Il Crisa : oltre a continuare a fare beat e a scrivere nuove cose, insieme al gruppo rock Mac Farland sto tirando su un progetto acustico e dovrebbe uscirne un EP.

Salutiamo e ringraziamo lacasadelrap.com e i suoi lettori, i nostri ascoltatori e ai nostri bevitori! Lo staff di Ai Town e tutti i ragazzi del “Tre de Tutto”.

Conosci meglio

lacasadelrap.com è un portale focalizzato sul Rap ma attento anche a ciò che ne è affine, spaziando tra la cultura Hip Hop, la Black Music e la scena Urban. Vero punto di forza è l’attenzione verso aspetti solitamente meno approfonditi, come la scena emergente e quella femminile. Altra importante caratteristica è il suo staff eterogeneo e dislocato in tutto il territorio italiano, capace di valorizzare anche le realtà meno in vista.
Ti potrebbe interessare
News Ita

La lotta Senza Tregua di Strikkiboy

News Ita

Sandy è il singolo di Strikkiboy e Giorgia Leone

News Ita

Strikkiboy pubblica il nuovo singolo Fuori Controllo

News Ita

Strikkiboy è fuori dai vostri standard, è Esagerato!

Iscriviti alla nostra Newsletter

Lascia un commento