Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Nuova uscita

Il producer romano YDFWN pubblica Tommy, il suo nuovo album

YDFWN Roma

Da venerdì 7 ottobre è disponibile sulle piattaforme digitali Tommy, il primo album del DJ, rapper e producer romano classe ’93 YDFWÑ (acronimo di You Don’t Fukk With Niño). L’album è già disponibile in preorder dal 2 settembre in edizione limitata (100 CD e 100 LP numerati a mano) sul sito web https://ydfwn.bigcartel.com/product/tommy.

Il producer ha chiamato ha coinvolto in questo progetto circa venti artisti, della scena romana e non, che non solo apprezza da un punto di vista artistico e professionale, ma che stima e rispetta personalmente attraverso un rapporto di pura e sincera amicizia. Ognuno di loro racconta una storia, senza limiti di tematica o genere: la libertà di espressione rimane uno dei punti cardine dell’album, permettendo agli ospiti del progetto di scrivere senza filtro idee e sensazioni che le strumentali fanno provare loro. Tra i nomi coinvolti ci sono – in ordine di apparizione: DJ Sniffa, Prisma, William Pascal, Johnny Roy, Lebby J, Grezzo EsseLover, Phedra HC, Rosa White, J An, White Boy, Lucci, Kid Kontrasto, Resla, Lanz Khan, Rak, Jangy Leeon, Er Drago, Pacman XII, Leslie, Luca J, Adriatic Jungle, Franco Negrè ed Esdì.
L’intero progetto è stato mixato e masterizzato da Squarta al Rugbeats Studio, mentre la parte grafica è stata curata da Tommy Nacciato.

L’album, intriso di storie e pieno di personalità, trova la sua origine sia nella vita dello stesso producer, che fa della musica uno dei capisaldi della sua vita, sia a livello di storia della musica in sé. Si sviluppa prendendo le mosse dall’omonimo album degli Who (1969), a cui si ispira anche nella copertina, e dall’amore per il classic rock. Tommy degli Who non è solo un album ma, piuttosto, la storia di una vita, di un dolore e del suo superamento: è la storia di un bambino che vede attraverso uno specchio un omicidio e risponde alle velate minacce dei genitori di non parlare diventando muto, sordo e cieco. È proprio attraverso uno specchio infranto che il ragazzino, abusato e maltrattato per tutta la sua vita, riacquista l’utilizzo dei sensi.

Leggi anche:  YDFWN pubblica Noob Pt.2 con William Pascal e Pacman XII

Anche se l’album di YDFWÑ affronta temi diversi in maniera differente, il suo ideatore ha ben in mente il filo che vuole seguire, la storia che vuole raccontare e le sensazioni che vuole trasmettere. A livello musicale il messaggio è chiaro: l’incontro fra il vecchio e il nuovoTommy si prefigge di utilizzare elementi della vecchia scuola del rap anni ‘90, come il campionamento da vinile, insieme a suoni e tecniche della moderna trap. Non c’è voglia di far nascere qualcosa di innovativo quanto, al contrario, quella di rendere evidente come il connubio tra vecchio e nuovo sia possibile, e l’album lo fa con una chiarezza ed una semplicità disarmante.

“È un disco senza pretese, non vuole insegnare nulla e non vuole guidare nessuno. Deve essere assaporato con attenzione e tutto d’un fiato: solo in questo modo è possibile percepire la diversità stilistica di tutti coloro che vi hanno collaborato. Si raccontano anche storie personali, ma in cui ci si immedesima facilmente.” –  YDFWÑ

Conosci meglio

Classe '89, divoratore seriale di dischi e serie tv. Scrivo di rap per passione. Faccio l'hater per hobby.
Ti potrebbe interessare
Nuova uscita

En?gma torna con Totem - Episodio Due

Nuova uscitaTop

Arriva la ristampa in vinile di Leggenda, il secondo disco di Primo e Squarta

Nuova uscita

Gorilla Sauce: l'immaginario di Scorsese in Bravi Picciotti Mixtape

News Ita

Kandinsky si innamora nel brano di Lanz Khan feat. Eddy Veerus

Iscriviti alla nostra Newsletter