Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Top

I Dead Poets contro la disinformazione mediatica

IMG 8273

Dj FastCut e i suoi Dead Poets pubblicano Diss In Formazione. Si tratta di un vero e proprio dissing contro la  disinformazione mediatica presente nella nostra società. L’evento chiave è un articolo del maggio scorso, pubblicato su Il Messaggero -uno dei quotidiani più venduti in Italia- in cui il live dei Dead Poets viene definito un RAVE. In particolare si trattava dell’esibizione di Dj FastCut e degli altri rapper all’università La Sapienza di Roma, evento di presentazione dell’album Dead Poets II. L’avvenimento è dovuto alla disinformazione dei principali media italiani, i quali spesso decidono di trattare di musica rap senza averne la giusta conoscenza. Diss In Formazione ha come obiettivo proprio quello di far aprire orecchie e occhi a tante persone, narrando la verità dei fatti. Per questo Dj FastCut ha riunito tutti i Dead Poets. Al singolo hanno partecipato Kento, Zampa, Mask, Royal Damn, Wiser, Hybrido, Wild Ciraz, Principe, Moder, Vaniss, Drimer, Cui Prodest, Hyst, Hell Pacso, Krin 183, Ape, Claver Gold, File Toy, Kappa O, Dope One, Kenzie, Brain, Mastino, Oyoshe e Sgravo. Il brano realizzato da Dj FastCut e i suoi, intitolato Diss In Formazione, è disponibile su YouTube.

Leggi anche:  Dj Kamo pubblica il singolo Shot 06
Ti potrebbe interessare
IntervistaNews

Claver Gold torna in pista con una nuova versione di Questo non è un cane. L'intervista

News

BUS – Bollettino Uscite Settimanali del 5 aprile 2024

Recensione

Claver Gold, Questo non è un cane / Domo. Più di una Deluxe Edition

Intervista

Lord Madness, entriamo nel Tao di Heath Ledger

Iscriviti alla nostra Newsletter