Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Recensione

Kaso “Funziona”: un nuovo inizio

funziona kaso cover

Oggi recensiremo un disco che rappresenta un po’ un salto nel passato, ma attraverso un’ottica contemporanea. Il progetto in questione è Funziona di Kaso, prodotto da Rhythm and Muse Records LLP e distribuito da The Orchard. Il rapper di Varese, attivo sin dagli anni ‘90, ha pubblicato questo disco dopo un lungo periodo di silenzio: il suo ultimo lavoro Oro giallo risale al 2005, dopo il quale è seguito un intermezzo in cui si è dedicato a sonorità dal gusto funk e legate al mondo della black music.

Funziona è il racconto di un emozionante ritorno a casa: il disco è un caloroso abbraccio verso le sonorità che hanno costruito Kaso come artista e avvolge l’ascoltatore in un affettuoso saluto fraterno. Kaso, bentornato a casa.

Testi

kaso

Il lavoro di scrittura è stato ben strutturato: rappresenta sicuramente uno dei punti di forza di questo lavoro. La struttura della tracklist, però, costituisce un valore aggiunto nella misura in cui si comprende totalmente l’iter descrittivo del disco: il disegno narrativo è difficile da cogliere interamente ad un primo ascolto, e questo elemento lo rende sicuramente più affascinante.

Abbiamo una duplice linea descrittiva: da un lato il ricongiungimento dell’artista con la sua famiglia/cultura (cioè con il mondo delle rime e dell’hip hop in generale) e poi la descrizione, mediante quest’ultima, della società che lo circonda.

Ho fatto quello che dovevo e non avevo più niente da dire

Questo verso è estratto dal ritornello della opening track: La verità. L’incipit del disco è di una tale crudezza ed è talmente sincero nella sua semplicità che risulta disarmante: questa ammissione fa rendere subito conto che nel disco non saranno presenti “storie di vita inventate, tratti da una storia vera”; piuttosto siamo ancora più consapevoli della effettiva veridicità di ciò che andremo ad ascoltare nelle canzoni successive.

Leggi anche:  Funziona è il nuovo disco di Kaso

Un altro testo denso di significato è Funziona (title track del disco): la canzone in questione descrive uno spaccato della nostra società. Anche se in questa campeggiano i toni allegri e ritmi che ci buttano negli spettacoli burlesque dei club di New Orleans anni ‘20, la canzone racconta una questione molto importante: la distruzione di ogni etica umana, in vista della più concreta e spietata funzionalità.

La questione, dai chiari riferimenti filosofici, si configura quasi come il rapporto del singolo nei confronti di una società individuale, priva di una coscienza collettiva: è la società priva di certezze di Bauman.

Strumentali

kaso

Per chiunque apprezzi la musica in senso lato, e non solo il panorama hip hop, le strumentali di questo disco rappresentano un fiore all’occhiello: abbiamo una totale ri-visione – attenzione, non una revisione intesa come correzione – piuttosto come un “guardare di nuovo”, una riscoperta del genere, però attraverso qualcosa di diverso.

Il lavoro di produzione portato avanti da Kaso e da Mauro Banfi non è sicuramente indifferente: troviamo il jazz, il funk, l’anima soul e gospel. I riferimenti ai suoni di Aretha Franklin o di James Brown si possono facilmente individuare in ogni pezzo; la sorpresa sta nella coesione con il mondo elettronico che ci riporta alla musica degli anni ‘90 ed in particolare all’hip hop di quegli anni: nelle melodie di questo disco riecheggiano i suoni di canzoni come Big poppa di Notorious B.I.G. o Who am I (What’s my name) di Snoop Dogg.

Leggi anche:  Kaso pubblica Funziona con Maxi B

Prima canzone che colpisce a livello di sound è Molto easy: ci riporta ai magici suoni dell’elettronica dei Daft Punk o di Giorgio Moroder con l’utilizzo del vocoder, abbinato ai synth monofonici. Non bisogna nemmeno sottovalutare la forte influenza che la black music ha su questo disco: nei vari brani si possono avvertire richiami a tutta quella scena del mondo hip hop che negli anni ‘90 era solita unire il funk e il jazz con le metriche e lo stile del rap, basti pensare a Guru o ai Justice System.

Stile

kaso

Lo stile del progetto di Kaso potrebbe risultare l’aspetto più debole: intendiamo dire che l’intero lavoro, pur rimanendo interessante proprio perché estremamente variegato, non è facilmente comprensibile all’orecchio di un ascoltatore casuale. In un periodo come quello che stiamo vivendo, in cui lo sperimentare costituisce una componente fondamentale, questo lavoro si afferma comunque come un ottimo esempio.

Il problema del disco consta nel rimanere un po’ troppo legato ad una cultura – quella della black music, appunto – che già di suo risulta essere molto complessa e difficile da far propria. Mischiare il proprio modo di fare musica ad una cultura così importante può risultare un’arma a doppio taglio: non ci si muove più solo nell’ambito dell’hip hop, ma si deve fare i conti anche con un mondo ancora più variegato e pieno di sfumature.

Leggi anche:  Niente da dire è il nuovo singolo di Kaso

In breve, il disco è un ottimo primo tentativo di questa commistione tra jazz e rap, ma in sé accoglie anche tutte le imperfezioni e paure di essere un esperimento da parte dei suoi genitori.

7.3

Funziona - Kaso

Tutto sommato l'album di Kaso è un buon lavoro: mescola tematiche sociali alla narrazione introspettiva che lo ha portato ad abbandonare il mondo delle rime, per poi spiegarci in Il consiglio di un guerriero che ha compreso la necessità di dover combattere. Ci descrive quella che è la sua personale vita: si evince in ogni singola canzone che le parole non sono costruite, ma sincere e con la voglia di trasmettere quotidianità. Il lavoro di produzione è indiscutibile: c'è tutto quello che un amante di musica vuole sentire, dal jazz ai suoni elettronici, dall'analogico alla sintetizzazione melodica/sonora. Come ogni primo esperimento anche questo disco non è perfetto, ma la verità che il suono di Kaso in questo disco "Funziona".

Testi

7.0

Strumentali

8.0

Stile

7.0

Pro

  • Testi diretti e comprensibili
  • Cura nella stesura delle melodie
  • Utilizzo consapevole delle tecnologie musicali
  • Progetto musicale irriverente

Contro

  • Comprensione del progetto non immediata
  • Un po' troppo legato alle ispirazioni musicali
  • Difficoltà di identificazione al genere d'appartenenza
Conosci meglio

La musica mi accompagna sin dall'infanzia. Ho studiato la musica classica e lavorato sull'elettronica. Ogni suono è un colore sulla tela della quotidinità: "una vita senza musica non è vita."
Ti potrebbe interessare
News Ita

Kaso pubblica Funziona con Maxi B

Intervista

Come "Funziona" il nuovo disco di Kaso?

Nuova uscita

Funziona è il nuovo disco di Kaso

News

Kaso, Sono a casa mamma: un'ode al rap

Iscriviti alla nostra Newsletter