Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

IntervistaLadies First

Comagatte tra impulsività, creatività e una nuova label: l’intervista

Comagatte

Dopo una piccola pausa estiva ritorniamo con Ladies First, la nostra rubrica tutta al femminile. La protagonista di oggi è una nostra vecchia conoscenza: stiamo parlando di Comagatte.

Nel 2010 inizia a comporre i suoi primi testi raccontando di sé e delle sue esperienze in modo originale e non convenzionale. Pubblica singoli come La La La, Bari Cypher, Osg16, per poi pubblicare l’album Serena Variabile nel 2016. Inizia anche a portare live i suoi pezzi, in apertura a concerti di importanti nomi della scena come Inoki, Assalti Frontali, Noyz Narcos, Dargen D’Amico e Bassi Maestro. Nel 2018 pubblica il singolo Limbo Calipso Remix e inizia un rapporto discografico con Honiro Label, per cui pubblica i brani King Kong Freestyle e Sfigata.

Il 3 luglio 2020 è tornata sulla scena con il suo nuovo singolo Loca per l’etichetta indipendente Hokuto Empire di Francesco Facchinetti. Il suo brano è tra le nostre proposte musicali di quest’estate.

Quest’anno abbiamo vissuto un momento storico particolare, una pandemia e un conseguente lockdown che ci ha costretti a casa. Per molti è stato un motivo di chiusura verso il mondo e di completa apatia, per altri un momento per concentrarsi su se stessi e sul proprio lavoro. Comagatte/Serena come ha vissuto quei mesi e come il lockdown ha influito sulla sua creatività?

Ne ho approfittato per comprare microfono, webcam e altri accessori per restare connessa con i miei followers. Infatti, su Twitch ho registrato un sacco di freestyle e provini. E proprio grazie a quest’ultimi sono in accordo con Francesco Facchinetti, entrando nella squadra di Hokuto Empire. Andando oltre l’ambito artistico, anche a livello personale ho vissuto molto bene questo periodo prendendo positivamente la situazione.

116788345 1616592345185836 8311979416228155122 o 1

Per fortuna la chiusura “forzata” è terminata giusto in tempo per l’estate, periodo d’eccellenza per i concerti e i festival su tutto il suolo italiano. Hai già iniziato con una prima data a Barletta, com’è andata? Quali sono i tuoi programmi per questo periodo?

È andata molto bene, non vedevo l’ora di ricominciare a cantare live circondata da i miei fan. Il concerto successivo è stato 21 agosto 2020 a Vieste, in apertura a Guè Pequeno.

Leggi anche:  Ape mostra la sua maturità artistica con 1978

Hai all’attivo un album, un bel numero di singoli e collaborazioni, hai sperimentato e hai messo a nudo le varie sfaccettature di Serena. Adesso, a che punto sei del tuo percorso artistico?

Riconosco di non essere ancora molto conosciuta, ma comunque sono circondata da persone belle. I miei followers sono fantastici, mi adorano e mi conoscono perché mi mostro a loro per quello che sono. Al momento non ho un album in lavorazione, voglio pubblicare solo singoli e i rispettivi videoclip.

Comagatte

Parliamo del tuo primo album, Serena Variabile uscito due anni fa. A distanza di tempo, riesci a delineare cosa ha funzionato o cosa ha convinto meno? Qual è stato il riscontro del pubblico? Le vendite come sono andate?

Purtroppo l’album non è andato benissimo a livello di vendite, ma essendo il mio primo lavoro discografico non mi lamento dei risultati. Quello che più mi dà gioia è che è stato ampiamente compreso. Sicuramente il mio obiettivo è di fare comunque di più, perché so che è questa la mia strada.

Il 2 luglio è uscito Loca, un brano che coniuga rap, elettronica, dancehall e reggaeton. Un sound perfetto per la stagione estiva, accompagnato dalla tua tipica capacità di scrittura molto tagliente. Raccontaci un po’ com’è nato questo brano. Inoltre, Loca è stato distribuito da Sony, che prospettive hai al riguardo?

È nato dopo un avvenimento personale che mi ha destabilizzata emotivamente, facendo uscire quella parte di me, che mi contraddistingue sin da piccola, cioè l’impulsività. Il lockdown mi ha aiutata in questo senso, perché sono riuscita ad allontanare le persone negative e pensare solo a me stessa. Loca è proprio il mio modo di essere, una persona che non riesce a stare in silenzio se c’è qualcosa che non va. Riguardo alla distribuzione da parte di Sony sono felicissima, anche se sono cosciente che sia un periodo un po’ particolare, in quanto non c’è il supporto del videoclip che solitamente aiuta ad avere maggiori riscontri.

Leggi anche:  Presentazione Propaganda nuova collezione @ Atipici (Torino) con Noyz Narcos e Egreen

Sei sempre molto attiva sui social, dove documenti anche semplici momenti della tua vita quotidiana. Che rapporto hai con essi? Li reputi essenziali per la tua carriera d’artista?

Amo tantissimo usare le varie piattaforme social, soprattutto Tik Tok che mi dà la possibilità di recitare, ballare e creare le coreografie per i miei brani. Adoro parlare di me, della mia quotidianità e questo l’ho fatto soprattutto durante la quarantena su Twitch, che mi ha aiutata ad interagire tantissimo con i miei followers. Ma devo ringraziare soprattutto YouTube che mi ha “aiutata” a farmi conoscere con i miei freestyle.

Dalle tue storie instagram, in questi giorni, è stato possibile notare che sei stata in studio di registrazione. Cosa dobbiamo aspettarci?

Al momento ho registrato un nuovo singolo dedicato a tutti i single, una sorta di incoraggiamento per chi ha sofferto per amore e sta ricominciando a vivere dopo un brutto periodo.

Ti potrebbe interessare
News ItaTop

DJ Myke e Gabriel: in arrivo il joint album!

Approfondimento

Le migliori saghe rap: da Bassi Maestro a Ernia

News Ita

Propaganda Summit Edition 2020

Approfondimento

Hip-hop italiano: tutti i film e documentari made in Italy da rivedere quest'estate

Iscriviti alla nostra Newsletter