Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Recensione

Lil Tecca nel mondo di Virgo World

liltecca virgoworld cover

Martedì 15 settembre 2020 è il giorno in cui il neo-maggiorenne Tyler-Justin Anthony Sharpe, in arte Lil Tecca, svela attraverso un post sul suo profilo Instagram la tracklist del suo nuovo album in uscita, Virgo World. Il venerdì seguente il disco vede la luce: si tratta del secondo progetto di Tyler dopo il discreto successo del mixtape uscito nel 2019, We Love You Tecca, che sulla scia della popolarità guadagnatasi con la hit Ransom (presente nel mixtape anche in versione remix con Juice WRLD), raggiunge la quarta posizione nella Billboard 200, confermandosi come uno dei rapper più in voga.

È impressionante pensare come nonostante l’accanita concorrenza, ormai presente nel Rap Game, il nativo di New York sia riuscito in poco più di un anno a farsi conoscere al grande pubblico, e ad oggi conta nel suo disco collaborazioni del calibro di Lil Uzi Vert, NAV e di uno dei disc jockey più importanti al mondo, ovvero Skrillex. L’album può contare su ben 19 tracce e un totale di 8 Special Guest, tra i quali i non citati Polo G, Lil Durk, DJ Scheme, l’emergente Guwop Reign ed infine il collettivo Internet Money.

Strumentali

A curare gran parte della produzione del progetto troviamo il collettivo losangelino Internet Money. L’influenza di Taz Taylor e Nick Mira non passa inosservata, soprattutto nei brani Dolly e Out Of Love; in quest’ultima traccia, il beat viene addolcito con un piacevole loop di piano che rende il tutto più armonioso, stesso lavoro svolto dalle strumentali di Skrillex e DJ Scheme nella traccia Selection. Ma non è tutto, infatti inaspettatamente il disco in diversi frangenti assume sonorità dancehall come nel brano di apertura Our Time, mentre solo due tracce più avanti l’atmosfera cambia e ci si ritrova immersi in When You Love, traccia caratterizzata da un ritmo trap dal suono nostalgico, arricchito ulteriormente dalle voci di Durk e Polo.

Leggi anche:  Tory Lanez pubblica l'album Love Me Now?

Nonostante una produzione abbastanza generica di Z3N e Sean Turk in Royal Rumble, il brano è uno dei migliori riusciti dell’album, non vale invece lo stesso discorso per No Answer e Tic Toc che in termini di strumentali suonano in modo abbastanza monotono. L’intro di Miss Me ricorda vagamente il classico suono dei videogiochi di SuperMario e, salvo poi smorzarsi dopo pochi secondi, durante la traccia riaffiora continuamente conferendo una sonorità piuttosto giocosa e rilassata. Nella penultima traccia del disco, Last Call, Taz Taylor & Co. riprendono in mano le redini della produzione con un ritmo piuttosto scorrevole con la finalità di portare l’ascoltatore direttamente ad una e all’ultima, delle hit dell’album, la sopra citata Out Of Love, che conclude in maniera piuttosto distinta il disco.

Testi

Tecca crea attraverso i brani una sorta di diario personale, nel quale lui stesso racconta la sua esperienza maturata attraverso un percorso che lo ha portato ad un’inaspettata fama precoce, in particolare questa tematica viene trattata nella traccia Take 10 e nella hit Royal Rumble.

Se in We Love You Tecca il brano Love Me rappresentava il lato romantico di Lil Tecca, anche in questo progetto il nativo di New York non ha nascosto il suo lato più emotivo e amoroso: infatti, all’interno del disco sono presenti più di cinque brani che parlano dei suoi legami sentimentali passati e di quelli che sta avendo tutt’ora. Menzioniamo al riguardo Actin Up, Back It Up, Chemistry e Closest To Heaven.

Il bisogno di rimanere soli, avvolti nei propri pensieri, ripercorrendo le esperienze fatte, prendendo coscienza attraverso momenti di riflessione, sono tutti temi che Lil Tecca seppur giovanissimo ha già fatto propri del suo bagaglio tecnico e tematico, ed il tutto è inciso nero su bianco nelle tracce When You Down e Last Call.

You don’t know who gon’ be there when you down
But you know who gon’ be there when you up
I let my feelings build up
So now I just pour it up in my cup

In Foreign e Dolly, Lil Tecca racconta di soldi e prostitute con i conseguenti featuring di NAV e Uzi, soprattutto quest’ultimo conferisce al brano quel tocco d’elite portando energia e calore nella traccia. Tic Toc riprende le tematiche precedenti e letteralmente è un’onomatopea che sta ad indicare il tempo che scorre sulle lancette dei suoi orologi di lusso. In breve, il tempo è denaro e non può essere perso.

Leggi anche:  Il fenomeno Cardi B, J Cole is back, la follia di Kanye: ecco passepartout

Virgo World non è di certo Forest Hills Drive a livello di liriche, ma quello che vuole comunicare il rapper newyorkese è un bel messaggio motivazionale, con argomento principale l’ispirazione nell’inseguire le proprie passioni proprio come ha fatto lui stesso, ed ora si ritrova quasi ai vertici della scena.

Lil Tecca nel mondo di Virgo World

Stile

In questo disco troviamo un Lil Tecca con uno stile ancora abbastanza grezzo sia nei contenuti che nel flow stesso. Nell’album, a differenza del mixtape precedente, abbiamo diverse versioni di Tyler: ovviamente è rimasto lo stile giocoso e scherzoso che lo accompagna dai tempi di Ransom e che ha fatto da protagonista nei suoi ultimi singoli e progetti, che anche in quest’ultimo non ci ha risparmiato con tracce come Dolly e Our Time, ma in particolare è emerso un artista emotivo e sentimentale che non ha paura di mettere a nudo le proprie emozioni, come nel brano Chemistry o il più cupo When You Down, altra traccia ben riuscita dell’album. Vedere in brani come Tic Toc o Foreign la presunzione di Tecca nel far capire che con il suo stile può stare su qualsiasi traccia tranquillamente senza sfigurare, è una grande dimostrazione di tenacia ed energia che il ragazzo di New York vuole mostrare all’intera scena.

6.8

Lil Tecca-Virgo World

Con Virgo World, Lil Tecca, ha voluto esprimere a pieno il suo potenziale, affermando il suo talento nella scena nazionale ed internazionale grazie anche a delle collaborazioni degne di nota che non hanno deluso le aspettative. L'album non è di certo un flop, ma il lavoro da fare è ancora molto in termini di flow e liriche, la produzione ha svolto il suo compito discretamente non portando nulla di innovativo; inoltre è abbastanza evidente come Tecca abbia voluto puntare maggiormente sulla quantità portando ben 19 tracce, molte di esse solo per puro riempimento. Ora, negli anni a venire, ci si aspetta che Lil Tecca alzi ancora ulteriormente l'asticella, non in termini di collaborazioni, ma riguardo al suo livello tecnico; è ancora giovane e se continua a lavorare in questo modo i margini di miglioramento potrebbero essere molto ampi.

Strumentali

7.0

Testi

6.5

Stile

7.0

Pro

  • Temi trattati
  • Lavoro coeso
  • Featuring eccellenti

Contro

  • Strumentali abbastanza generiche
  • Troppe tracce
  • Testi
Ti potrebbe interessare
Intervista

Dr. Wesh ci parla dei suoi Pazienti: l'intervista

Nuova uscitaTop

Lil Tecca pubblica l'album Virgo World

Approfondimento

NBA 2K21: il nuovo capitolo, con una OST tutta da scoprire

7.2
Recensione

Internet Money esordisce con B4 The Storm

Iscriviti alla nostra Newsletter