Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Intervista

Shakalab: con “Giganti” celebriamo i nostri 10 anni di carriera

Shakalab

Venerdì 8 gennaio 2021, gli Shakalab hanno pubblicato il video ufficiale del singolo Giganti, che li vede affiancati da Alborosie su una produzione firmata Shablo. Il brano fa da apripista ad una grande notizia: è atteso, infatti, per questo 2021 la pubblicazione del loro nuovo progetto discografico.

In un momento storico e delicato come questo in cui tutti siamo sottoposti ad uno stress psicologico ed emotivo ancora maggiore, l’amicizia, anche se a distanza, assume una valenza particolare. Paragonata ad un “gigante”, l’amicizia vera è in grado di sopperire ad innumerevoli mancanze, lenendo la sofferenza che è intrisa in differenti forme in ognuno di noi, dandoci quella forza necessaria per andare avanti.

Abbiamo deciso di intervistare gli Shakalab in attesa di questo nuovo progetto, per parlare – oltre che di questo nuovo singolo – del loro percorso e dei dieci anni di carriera che la formazione festeggia quest’anno. Che sia un nuovo inizio? Leggi la nostra intervista!

Nuovo anno, nuovo brano per gli Shakalab. Per cominciare vorrei chiedervi come state: abituati a suonare spesso live, la pandemia avrà cambiato i vostri piani. Come l’avete vissuta questa trasformazione del vostro lavoro?

Inizialmente l’abbiamo vissuta malissimo, abbiamo dovuto annullare il tour italiano di presentazione dell’EP Four con 25 date. È stato un colpo durissimo da digerire perché per noi il live è tutto. È la nostra dimensione naturale, il palco è la nostra casa. Poi con il passare dei giorni e il prolungarsi della pandemia, ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo trasformato l’angoscia in creatività. Abbiamo scritto il disco in 2 settimane, subito dopo il primo lockdown, è stata una vera e propria esplosione.

Siete una formazione longeva e, se non sbaglio, avete celebrato il vostro decennale proprio nel 2020. Tirando le somme sulla vostra attività musicale fino ad oggi, c’è qualcosa che cambiereste o che rifareste? Quali sono i punti fondamentali della vostra carriera?

Qualcosina avremmo voluto cambiarla, ma tanto non si può. Però, generalmente questi 10 anni sono stati veramente intensi, pieni di soddisfazioni. Il punto di volta è sicuramente Reggaeby. La collaborazione con i Sud Sound System ci ha dato tanta credibilità all’interno della scena reggae italiana. Per noi, in quel momento, è stato veramente importante lavorare con loro. Sono dei miti viventi!

Leggi anche:  J-Ax è nel disco di Reverendo nel brano Briciole

Se aveste la possibilità di farvi conoscere al pubblico con solo 3 brani del vostro repertorio che vi descrivono a pieno, quali scegliereste e perché?

Io direi Reggaeby, Nta sta varca e Giganti. Questi 3 pezzi rappresentano tutta la nostra evoluzione. Reggaeby è diventato un cult dello stile Shakalab, al suo interno si fondono la nostra classica ironia con lo stile salentino dei sud. Nta sta varca e Giganti invece sono testi impegnati, tematiche forti, dall’immigrazione, al valore dell’amicizia. A livello artistico ci stiamo evolvendo naturalmente, senza forzature.

Shakalab

Come band avete sempre sperimentato diverse influenze musicali: partendo dal reggae, la vostra base, avete sconfinato sempre in tanti mood diversi che hanno abbracciato anche la trap, il rap, la dancehall, insomma la black music in generale. “Semplice” gusto, bisogno di andare incontro al mercato o voglia di parlare a un pubblico più ampio?

La verità è che ognuno di noi proviene da esperienze musicali diverse. Nei nostri pezzi c’è l’esigenza di comunicare artisticamente il valore della contaminazione.  A nostro avviso la musica senza sperimentazione è puro esercizio, non abbiamo come obiettivo quello di creare tendenze, semplicemente cerchiamo di esprimerci in maniera credibile, a prescindere dal genere che facciamo.

L’anno appena trascorso vi ha dato nuova linfa per ritrovarvi in studio e pensare a un nuovo progetto. Il primo assaggio è Giganti, che vi vede nuovamente sperimentare attraverso i vari generi musicali. Com’è nato questo brano?

Il brano è nato dall’esigenza di rimarcare l’importanza di un valore come l’amicizia in un periodo in cui stare vicini era praticamente impossibile. È stata veramente dura, ma secondo me i legami veri ne escono addirittura rafforzati.

Leggi anche:  Flowers Festival di Collegno (TO): vinci 2/4 ingressi per data

Due nomi di spicco nei crediti del singolo: Shablo alle produzioni, mentre la voce di Alborosie come featuring d’eccezione. Il primo è ormai un producer multiplatino, il secondo ha dato un tocco di internazionalità, seppur anche lui nostro connazionale. Come sono nate queste collaborazioni?

È stato naturale pensare ad Alborosie, dopo aver abbiamo partecipato come ospiti al suo tour celebrativo dei 25 anni di carriera. È sicuramente un artista di punta della scena reggae internazionale che ha aggiunto molto al pezzo. A livello di produzione abbiamo pensato a Shablo per tanti motivi. Il suo valore è indiscutibile e i suoi beats sono delle bombe, volevamo stupire e uscire un po’ fuori dalla nostra comfort zone. Esperimento riuscito credo.

shakalab

Un tema mai banale in Giganti, quello dell’amicizia. Nel brano dite che gli amici sono come diamanti: cosa vi ha spinto a scrivere di questo argomento? Avete vissuto delle situazioni in cui l’amicizia è stata effettivamente cruciale per superare dei momenti difficili, nella vostra carriera musicale?

Assolutamente. Noi siamo una vera family, ne abbiamo superate parecchie grazie al nostro legame; nella musica a volte le cose non sempre vanno nella direzione giusta, e se non hai strutture resistenti, rischi di cadere. Noi, prima che essere una band, siamo amici veri, e questo è un plus valore che mai nessuno potrà intaccare.

Leggi anche:  Il viaggio di Ernia: sulla sua 68 ogni fermata ha il suo stile

D’obbligo chiedervi se nel prossimo futuro, il singolo darà vita ad un progetto completo che magari vedremo nel 2021. Potete darci qualche anticipazione su cosa bolle in pentola per gli Shakalab (altre collaborazioni importanti, magari)?

La notizia è ormai ufficiale. Nel 2021 uscirà il nostro album celebrativo per i 10 anni di carriera. Non posso dirvi molto, ma ci saranno tantissime collaborazioni importanti. Abbiamo cercato come sempre di fondere diversi generi, in pieno stile Shakalab. Siamo convinti di aver fatto un buon lavoro. Ai posteri l’ardua sentenza.

Questo è stato indubbiamente un anno molto faticoso, che ci ha tolto la possibilità di realizzare live. Nonostante ciò, molti progetti sono stati pubblicati e gli artisti hanno trovato, attraverso live in streaming e altri stratagemmi, un modo per rimanere in contatto con i fan. Voi come avete pensato di coinvolgere chi vi segue e vi ascolta nonostante questo stop dettato dalla quarantena?

In realtà all’inizio eravamo un po’ spaesati, non sapevamo bene che strategia adottare, ma penso sia capitato un po’ a tutti gli artisti. Poi abbiamo semplicemente iniziato a lavorare come abbiamo sempre fatto, in studio, attraverso i nostri canali social, con qualche diretta. Questa nuova dimensione ci ha un po’ penalizzati perché noi siamo animali da live, ci piace il contatto diretto con i supporters, abbiamo bisogno di calore. Però devo dire francamente che anche “on line” ci siamo divertiti parecchio, e le persone che ci seguivano non ci hanno mai lasciato da soli. Abbiamo avuto le risorse psicologiche per andare avanti, tante attestazioni di stima e affetto che ci hanno fatto credere che siamo veramente una gigantesca family.

CONTATTI
InstagramFacebookSpotify

Conosci meglio

Il mio primo incarico fu quello di costruire le navi che portarono gli Achei a Troia, ma con la crisi che c'è, ho preso a farne solo di carta e di dimensioni microscopiche. Assidua mangiatrice di lasagne e libri. Probabilmente sono l'anima gemella di Hannibal Lecter. Dite Mellon ed entrate.
Ti potrebbe interessare
News ItaTop

Sfera Ebbasta e Lous And The Yakuza pubblicano Je Ne Sais Pas

Nuova uscita

Danno, Brusco e molti altri artisti sono su Kingdom Riddim

News Ita

Gli Shakalab pubblicano Giganti insieme a Alborosie e Shablo

News Ita

J-Ax è nel disco di Reverendo nel brano Briciole

Iscriviti alla nostra Newsletter