Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

News Ita

La scena rap sostiene Inside the Beat, Outside The Box, progetto di 232aps

232aps ragazzi

Un progetto con lo scopo di realizzare laboratori rap a carattere educativo, rivolti ai ragazzi delle periferie milanesi. È “Inside The Beat, Outside The Box”, ideato dall’associazione 232aps e che vede la partecipazioni di alcuni rapper e musicista della scena musicale italiana.

Ghali, Ernia, Jack The Smoker, Massimo Pericolo, Lazza, Grido e Nerone prendono parte a questo progetto, che si pone come obiettivo quello di dare l’opportunità ai giovani di esprimersi attraverso la musica che prediligono e di immaginare un futuro diverso da quello a cui si sentono spesso predestinati.

Ieri è inoltre partita la campagna di crowdfunding per dare vita al progetto di 232aps. Tutti i rapper, tra l’altro, hanno donato all’associazione un oggetto personale per coinvolgere i loro fan e finanziare l’iniziativa. Ma non solo. Jack The Smoker, per supportare il progetto, ha deciso di mettersi a disposizione scrivendo quattro barre. Tutti i dettagli delle varie donazioni saranno svelati giorno per giorno sui canali ufficiali della campagna.

Oltre al rap, per far sì che vengano coinvolti tutti gli abitanti del quartiere, il progetto di prevede anche l’organizzazione di performance teatrali, delle vere e proprie “incursioni” in palcoscenici ricavati all’interno dei contesti di edilizia popolare e verde pubblico.

Il programma si concluderà con un evento finale nel quartiere Gratosoglio. Qui ci saranno le esibizioni dei ragazzi dei lavoratori e un mini live di Jack The Smoker, che sarà anche Maestro di Cerimonia.

Leggi anche:  Remmy: "Ho fatto un disco non per celebrare qualcosa di passato, ma per raccontarlo"
232aps
Ti potrebbe interessare
News

BUS – Bollettino Uscite Settimanali del 13 maggio 2022

News ItaTop

Guarda le 64 Bars di Massimo Pericolo su Red Bull Droppa

News ItaTop

Ghali, svelati il titolo e la cover del nuovo album "SENSAZIONE ULTRA" in uscita il prossimo 20 maggio

Intervista

Clementino: «Con "Black Pulcinella" rendo fiero il me ragazzino che aveva vent’anni e faceva il rap»

Iscriviti alla nostra Newsletter