Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Intervista

Giovane Feddini, verso il suo sogno con “Un giorno in meno”

giovane feddini

Onestà, rispetto per le proprie radici e tenacia: queste le tre espressioni con cui delineare sia il profilo del rapper padovano Giovane Feddini, al secolo Federico Vettore, sia il contenuto della sua ultima fatica discografica, Un giorno in meno.

Anticipato da Dispettoso, Shevchenko feat. Tia e Fuego, questo nuovo progetto guarda la società e le relazioni odierne attraverso gli occhi di un ragazzo che, pur di dare ossigeno al suo sogno, è stato disposto a cambiare aria, respirando novità a pieni polmoni. Se c’era un rischio, insomma, Federico è stato disposto a correrlo, lontano dallo scoraggiarsi o dal perdere del tempo prezioso, atteggiamento che racchiude il messaggio dello stesso disco: lottare sempre per ciò che vogliamo, senza rimandare, perché ogni giorno che passa è, appunto, un giorno in meno. 

Il progetto, pubblicato il 5 febbraio per Dogozilla Empire/Sony Music Italy sotto la direzione artistica di Don Joe, è il primo album ufficiale di Giovane Feddini, costruito sui beat di Ric de Large, Dessa.One, Alexander 808 RyanairZ e a soli sette mesi di distanza dal mixtape Carnevale di Venezia. La storia del rapper, tuttavia, inizia molto tempo e tante canzoni prima. Anche per farcela raccontare, abbiamo deciso di intervistarlo.

Ciao Federico e benvenuto su lacasadelrap.com! Un giorno in meno è il tuo primo album ufficiale, ma la tua storia musicale ha molti più capitoli. Ti va di raccontarcela?

Ho iniziato a fare le prime cose seriamente grazie alla mia prima crew Fuori Serie Click, con la quale mi sono approcciato anche alle prime battle di freestyle. Dopo i primi progetti, nel 2018 è uscito il mio Ep Beatrice ed è arrivata la firma con Dogozilla. Da lì in poi non ho mai smesso di darmi da fare e produrre, e a luglio 2020 ho pubblicato Carnevale di Venezia. A settembre mi sono trasferito a Milano, ho iniziato a scrivere le prime nuove canzoni e insieme ai ragazzi de La Plaza abbiamo corso come treni per arrivare al giorno della consegna del disco!

Leggi anche:  Tia pubblica Destino, il suo primo album prodotto da Ryanairz e Don Joe

Sono passati circa sette mesi dal tuo ultimo progetto, Carnevale di Venezia. Cosa ti ha spinto a voler far sentire ancora la tua voce? Com’è nato, insomma, Un giorno in meno?

Chi mi conosce sa che lavoro costantemente a dei progetti e finché avrò cose da dire sarà così. Alla pubblicazione di Carnevale di Venezia avevo già completato altri progetti, ma Un giorno in meno è stato scritto quasi tutto a Milano. E mentre sto pubblicando questo album sto già preparando le prossime mosse!

Nel post su Instagram con cui hai annunciato il nuovo disco, hai scritto: “Padova ti ho voluto regalare un classico”. Nella prima traccia, canti “Il Veneto è mio”. Qual è il rapporto con la tua terra e quanto ti influenza nella tua musica?

Il Veneto è il mio background, è il mio DNA, ma sono andato via perché la routine che offre e gli spazi per i miei sogni non erano più abbastanza. Nonostante ciò, il provenire dal Veneto è quello che mi contraddistingue nella nuova città in cui sto vivendo, è la radice a cui sarò legato per sempre, ovunque andrò. Il fatto di essere nato in mezzo a gente semplice, con una vita quotidiana ordinaria, mi permette di connettermi di più alle persone: chi ci ascolta non stappa champagne dalla mattina alla sera su macchine di lusso, è chi si sveglia presto la mattina e si dà da fare.

Leggi anche:  Vale Lambo pubblica l’album Angelo per Universal e Dogozilla

Il primo singolo che hai pubblicato è Dispettoso, in cui ti definisci tale per il tuo “disobbedire” alle logiche del mercato musicale. La scelta di pubblicarlo per primo è stata una sorta di “dichiarazione di poetica”?

Volevo che il mio primo singolo fosse proprio una “sberla”! Alcuni mi hanno ammonito perché è “rap che parla di rap”. Io ho voluto semplicemente parlare di alcuni aspetti di questa cultura per farne capire il valore.

giovane feddini

Ancora in Dispettoso dici: “Io faccio sì che quello che tu senti sia vero”. Quanto pensi che sia importante la credibilità nell’attuale panorama musicale?

Per me è la base. Negli anni in cui sono cresciuto era d’obbligo essere veri. Basti pensare ad artisti come Kanye, Drake e J Cole: ci hanno insegnato e ci insegnano che si possa fare musica figa senza fingersi di strada.

Nel secondo estratto, Schevchenko, troviamo il feat. con Tia. Com’è nata questa collaborazione?

Tia è un fratello che fa parte della squadra. Avevamo un paio di barre in sospeso da un po’ e sono contento del risultato. Ho preferito inserire pochi feat, ma che dessero qualcosa in più al disco.

Nel terzo singolo, invece, racconti di come il lockdown abbia cambiato il modo di vivere i rapporti. Ha mutato anche il tuo modo di vivere la musica e di approcciarti alla scrittura?

Naturalmente inizia a pesare il fatto di non poter viaggiare o trascorrere le serate fuori: sono sempre stato una calamita per le situazioni e le persone più assurde, e questo mi ha sempre dato tanto da raccontare! Con questa routine casalinga per via del coprifuoco e dei decreti è molto più difficile trovare ispirazione, ma, come alternativa, basta meditare e avere un bel dialogo interiore.

Leggi anche:  Don Joe, Willie Peyote e Shaggy presentano ALGORITMO

Passando da una traccia all’altra, si percepisce una grande contaminazione tra generi e stili. Quali artisti e ascolti ti hanno ispirato?

In questo disco si può sentire l’influenza di Griselda su brani come Jetski e Dispettoso. In Bravi Ragazzi, invece, ho guardato all’Inghilterra, usando un flow inglese. Ho cercato di rendere omaggio ai Caraibi con Fuego e Gentile, per poi cercare un level up di scrittura autorale con Millepiedi.

Se ogni giorno che passa è, come racchiude il messaggio dell’album, Un giorno in meno, con quale pezzo vorresti essere ricordato?

Amici con benefici.

Conosci meglio

.
Ti potrebbe interessare
News Ita

Drimer, fuori ora il singolo Columbine

Nuova uscita

Giovane Feddini pubblica Un giorno in meno, il suo primo album ufficiale

News Ita

Giovane Feddini pubblica il singolo Fuego

News Ita

La "coppia d'attacco" Giovane Feddini e Tia pubblicano Shevchenko

Iscriviti alla nostra Newsletter