Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Nuova uscita

Tyron: le due facce di slowthai

slowthai

slowthai, all’anagrafe Tyron Frampton, ha pubblicato il 12 febbraio il suo secondo attesissimo album Tyron.

Il disco è stato scritto in gran parte durante il periodo di lockdown, un momento abbastanza solitario per tutti. Il risultato è stato una rappresentazione  profondamente commovente e malinconica – ma mai autocommiserante –  che tratta dei vari momenti della vita del rapper: dall’infanzia, all’età adulta. Per citare una frase della traccia nhs:

“Tutta la roba migliore ha dei graffi sulla superficie.”

Tyron è diviso in due metà, nella prima troviamo sette tracce dalla musica cruda e rivoltosa (molto apprezzata dai fan di slowthai); nell’altra metà troviamo pezzi più morbidi e relativamente introspettivi in cui il rapper esamina il suo posto nel mondo. Le collaborazioni sono di pura classe, come A$AP Rocky in Mazza e Skepta in Cancelled.

Leggi anche:  FatFatCorfunk ha pubblicato il remix di Praise the Lord
Ti potrebbe interessare
7.5
Recensione

Brockhampton, ecco Roadrunner: New Light, New Machine

7.5
Recensione

TYRON ci rivela la parte più nascosta di slowthai

Nuova uscita

Ghetts ci stupisce con Conflict of Interest

News World

slowthai e Skepta rendono omaggio a i classici dell'horror

Iscriviti alla nostra Newsletter