Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Approfondimento

BLANCO: qual è il significato del testo di Blu Celeste?

BLANCO Blu Celeste Analisi del testo significato

Se avete ascoltato Blu Celesteil disco d’esordio di BLANCO uscito il 10 settembre 2021 – sono sicuro che siete rimasti impressionati dalla title track Blu Celeste. Il brano è molto intenso e profondo, e se siete qui vuol dire che siete curiosi di sapere qual è il suo significato.

In questo approfondimento facciamo proprio questo: analizziamo il testo di Blu Celeste cercando di scoprirne i segreti, e facendo una serie di interessanti considerazioni. In questa canzone, BLANCO elabora il lutto di una persona a lui cara, che viene quasi definita come un “fratello”.

Prima di iniziare è doveroso fare un plauso a MICHELANGELO, il produttore di fiducia di BLANCO che ha realizzato la bella strumentale di questa canzone. Non dilunghiamoci oltre, e partiamo subito con l’analisi del testo di Blu Celeste! Prima, però, lasciatemi fare una piccola doverosa introduzione.

Blu Celeste – analisi del testo di BLANCO

Gli occhi sono lo specchio dell’anima

Si dice che gli occhi siano lo specchio dell’anima. A mio parere, gli occhi sono come una porta, e, come in ogni porta, qualcosa entra e qualcosa esce. “Ma cosa entra e cosa esce?” ci dovremmo giustamente chiedere. La risposta è molto semplice: lo sguardo.

Grazie agli occhi possiamo osservare il mondo intorno a noi, ma non solo: tramite gli occhi, le altre persone possono anche vedere il mondo dentro di noi. Potrebbe sembrare un ragionamento contorto, ma l’idea è molto semplice: dall’iride esce il nostro sguardo ed entra quello degli altri.

In fondo, lo sguardo è un po’ come il vento: non lo puoi vedere direttamente, ma puoi sentire il suo effetto. Quando vedi le foglie danzare, allora sai che è opera del vento, anche se non lo puoi vedere. Allo stesso modo, quando incroci il tuo sguardo con qualcuno di speciale, è difficile descriverne gli effetti, ma sai che è in atto “qualcosa” che non puoi vedere.

Gli occhi raccontano molto di noi. Si dice che osservare i movimenti dell’iride possa far capire cosa una persona stia pensando. Per esempio, guardare in basso a sinistra è sinonimo di riflessione, mentre guardare in basso a destra indica che si sta provando una sensazione. Cosa significa, invece, quando volgiamo lo sguardo verso l’alto?

occhio grigio
Significato Blu Celeste

Cosa c’è nel cielo Blu Celeste?

“Quando il cielo si fa blu, penso solo a te
Chissà come stai lassù ogni notte
È blu celeste, è blu celeste”

Se alziamo lo sguardo verso l’alto, cosa troviamo? Un’immensa distesa “blu celeste” che tutti noi chiamiamo “cielo”. Ma cosa è il cielo? In realtà, è un termine piuttosto astratto, e comprende tutto ciò che si trova al di sopra della terra; vale a dire: atmosfera, nuvole, pianeti, stelle, spazio profondo e così via.

Leggi anche:  Sinatra, in arrivo il nuovo album di Guè Pequeno

Il cielo è uno spazio immenso, in larga parte vuoto, che trasmette un affascinante alone di mistero. Ogni volta che lo osserviamo ci immergiamo nei nostri pensieri, e avvertiamo un forte senso di pace. In un certo senso, il cielo assomiglia a un foglio bianco che dipingiamo con i nostri ricordi, felici o tristi che siano. Forse è per questo che, quando volgiamo lo sguardo in alto a sinistra, stiamo ricordando qualcosa.

Ognuno di noi, nel suo cielo, nasconde i propri segreti, pensieri e memorie. Ascoltando questa canzone, però, viene spontanea una domanda: cosa c’è nel cielo di BLANCO? 

Il verso “chissà come stai lassù ogni notte” non ha bisogno di spiegazioni, e risponde pienamente a questa domanda. Nel cielo di BLANCO è presente qualcuno che ormai non c’è più.

 Cielo Blu Celeste

Il legame di BLANCO con il “blu celeste”

“Il cielo è blu come il tuo nome
Blu come l’inchiostro di ‘sta penna
Che scrive parole senza pensarle
E io non posso starne senza”

BLANCO esordisce nella scena musicale con il singolo Belladonna (Adieu), uscito nel giugno del 2020. Dopo aver conquistato l’attenzione del pubblico, nel settembre del 2021 arriva Blu Celeste, il suo disco d’esordio. La scelta di questo titolo dimostra il legame di BLANCO con il colore blu, come mostra anche la parola “Celeste” tatuata sulla sua pancia

BLANCO tatuaggio Celeste 1

Perché BLANCO è così legato al “blu celeste”? Ci tengo a rispettare al massimo la privacy di Riccardo, quindi non scenderò nei dettagli. Tuttavia, grazie al verso “il cielo è blu come il tuo nome“, si capisce che il nome della persona deceduta ha a che fare proprio con questo colore.

Il blu si trova anche nell’inchiostro della penna: uno strumento che, per ogni artista, diventa essenziale quando il dolore appare insopportabile (“io non posso starne senza“).

Accettare il dolore

“E mi metterò al riparo mentre imparo ad accettarlo
Che se il tеmpo l’ha già fatto, ora sei un mio ricordo”

Il dolore segue sempre lo stesso ciclo: ti prende alla sprovvista e ti butta a terra. Dopo un po’ lo si inizia a metabolizzare, e si impara ad accettare ciò che è successo. Alla fine, finalmente, il dolore diventa solo un dolce ricordo.

Leggi anche:  Lo stile non va a pile: le migliori collaborazioni tra brand di moda e rap, pt.1

Nella sofferenza c’è sempre qualcosa da imparare, anche quando non sembra. Per capirlo, però, abbiamo bisogno di passare del tempo “al riparo“, soli con noi stessi e immersi nel buio. È l’unico modo che abbiamo per capire quanto è forte la nostra luce.

Il tempo cura ogni ferita, o perlomeno la rende più leggera. Nel frattempo è nostro dovere fare il possibile per imparare ad accettare il dolore. Lo dobbiamo fare per chi ci guarda dall’alto, che sicuramente preferisce vederci sorridere piuttosto che piangere.

Il pesce e lo squalo

“Un mio ricordo immaginario del fratello che vorrei
Nato nel mese d’Acquario, sarei il pesce e tu lo squalo
Siamo grandi per sognare, tu saresti maggiorenne
Io ormai sono un sedicenne, vado per i diciassette
Festeggerò da solo un altro compleanno di merda”

Con questi versi il quadro della situazione si inizia a fare sempre più chiaro. Ora sappiamo che il lutto subito da BLANCO riguarda una persona molto cara, come un fratello maggiore (“tu saresti maggiorenne, io ormai sono un sedicenne“).

Nota bene: nel 2021, anno in cui esce Blu Celeste, BLANCO ha 18 anni. Ciò vuol dire che questo testo è stato scritto due anni prima l’uscita del disco, quando BLANCO era ancora “sedicenne.

Molto interessante è anche il verso “Nato nel mese d’Acquario, sarei il pesce e tu lo squalo“. L’Acquario è infatti il segno zodiacale dell’artista bresciano, e questa frase può essere interpretata come un “nonostante tu non ci sia più, dentro di me continuiamo ancora a nuotare insieme“.

acquario

BLANCO si rappresenta come un pesce, mentre l’amico fraterno è raffigurato come uno squalo. Questo simboleggia l’amore che BLANCO provava (e prova) verso di lui, che oltre a essere come un fratello maggiore era una vera e propria figura di riferimento. Insomma: un punto saldo su cui poter sempre contare, e che solo un lutto avrebbe potuto portare via.

Siamo come dei puzzle, e il dolore ci manda a pezzi

“Avevo un peso dentro, un peso da leva’
Ci ho messo un pezzo a raccontarti sotto le luci di questa camera”

Prima parlavamo di accettare il dolore. Come vi ho detto, questo è un processo tutt’altro che semplice, ma che bisogna per forza portare a termine. 

Noi siamo come dei puzzle. Quando soffriamo profondamente, ci sentiamo come se i nostri pezzi fossero rovesciati per terra alla rinfusa. In più, quando perdiamo qualcuno, crediamo di aver perso alcuni di questi pezzi. Niente panico, però: nonostante tutto abbiamo ancora la possibilità di ricomporci.

Leggi anche:  Trap, storie distopiche... durante la pandemia

Bisogna però capire un fatto importante: serve tempo e pazienza affinché ogni frammento del puzzle torni a combaciare con gli altri. Ma è importante tenere a mente che, prima o poi, i pezzi combaciano. E lo fanno sempre.

Quando ciò accade, ci si accorge di qualcosa di meraviglioso: il puzzle non solo è tornato integro, ma è anche più bello e più grande di prima. In altre parole: la sofferenza non toglie, ma ci dona sempre qualcosa. Il problema è questo: cosa perdiamo è evidente, mentre è più complesso capire cosa guadagniamo. 

Blanco
BLANCO

Essere la luce nel buio

“Tutto un disastro, doveva essere tutto perfetto
Tipo luci spente, vorrei scriverti al buio
Tipo, na-na-na-na-na-na, luglio, tipo scriverti senza volerlo
Tipo, na-na-na-na-na, bisbiglio, tipo, na-na-na-na-na-na, buio
Al buio”

Come ho scritto prima, passare del tempo “soli con noi stessi e immersi nel buio” è l’unico modo che abbiamo per capire quanto è forte la nostra luce. Ricordate però una cosa: nell’acquario “blu celeste” di BLANCO nuotano due creature – un pesce e uno squalo. Questo vuol dire che la luce non proviene solo da un’anima.

Non sei mai da solo a fendere il buio: quando perdi una persona cara la sua luce continua comunque a illuminarti la via. Tra il caos, la confusione e i vari “na-na-na” ci saranno sempre momenti in cui, molto semplicemente, sentirai quella persona ancora vicino a te. E quasi potrai parlargli. 

In realtà, dentro di te sono presenti le luci di tutte le persone che ti sono care, sia che siano ancora vive o no. Anche se non te ne accorgi, tutte loro ti aiutano a illuminare il buio, e lo fanno ogni giorno.

Purtroppo quando perdi una persona la sua luce sembra spegnersi. Ma è tutta illusione: il suo lume è sempre presente dentro di te, ovunque tu sia e qualunque cosa tu faccia. Con il tempo, e imparando ad accettare il dolore, ti accorgerai della sua luce e scoprirai che non è mai stata perduta.

A quel punto, capirai che continuerà per sempre a vivere dentro di te, nel tuo cielo Blu Celeste.

Se ti è piaciuta questa analisi del testo, dai un’occhiata alle altre! Puoi trovare, per esempio, l’analisi di Voce di Madame, di Bottiglie Privè di Sfera Ebbasta, oppure de Lo straniero dei Sangue Misto. Grazie per aver letto, ci vediamo alla prossima analisi!

BLANCO – Blu Celeste (video ufficiale)

Conosci meglio

Prima di ascoltare la musica ho imparato ad ascoltare le parole. Ho iniziato su YouTube analizzando i testi delle canzoni, e ora sono qui. La mia missione è esplorare il cuore dietro a ogni traccia.
Ti potrebbe interessare
News

BUS – Bollettino Uscite Settimanali del 22 ottobre 2021

News Ita

Blanco partecipa al format Vevo DSCVR con Blu Celeste e Finché non mi seppelliscono

News

BUS – Bollettino Uscite Settimanali del 15 ottobre 2021

Approfondimento

Salmo, analogie e sfumature di un "Flop" (che non è il suo)

Iscriviti alla nostra Newsletter