Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

IntervistaNews Ita

Red Bull Posse: il suono di Naska, Panetty & Mike Lennon; l’intervista in esclusiva

Red Bull Posse

È online sul canale YouTube: Red Bull Droppa, l’atteso e terzo episodio del fortunato format di casa Red Bull Italia: Red Bull Posse, che riunisce gli artisti della new generation del rap game italiano.

Questa volta è il turno di tre fra gli artisti e streamer più seguiti in Italia sulla piattaforma digitale Twitch, stiamo parlando di Naska, Simone Panetti e Mike Lennon.

Il brano creato a puntino in occasione di Red Bull Posse è un inno Pop-Punk, su una base che porta la firma di MIke Lennon, canta di una relazione tossica, che porta i due protagonisti a voler scappare l’una dall’altra, facendo sfociare il rapporto in una situazione di totale indifferenza e odio.

Red Bull
Da sinistra: Mike Lennon, Naska e Simone Panetti

I tre musicisti condividono insieme il progetto TwitchTape, coinvolgendo attivamente tutta la loro community di followers, rendendoli dei veri propri protagonisti del loro processo creativo.

– Questa intervista fa seguito alla collaborazione tra lacasadelrap.com e Red Bull Italia. Vi offriremo nelle prossime settimane contenuti in esclusiva realizzati in collaborazione con Red Bull Droppa. La seguente intervista è stata interamente sviluppata da Red Bull Italia. –

Red Bull Posse: Naska – Panetty – Mike Lennon

“Salto sulle mine, mine

per andare un passo lontano da te

una morte vale l’altra

voglio chiudermi in camera”

Non molti lo sanno, ma sei cresciuto con la scena romana degli anni 2000 e sei appassionato di rap da molto prima di diventare un personaggio pubblico: come hai scoperto questo genere?

Simone Panetti: Diciamo che quando ero più piccolo, dai 15 ai 17 anni circa, nel mio quartiere tutti reppavano. Io vengo da Tor Bella Monaca, che è un quartiere periferico e la metà delle persone che conoscevo reppava.  

C’è questo rap di strada e noi avevamo un garage nel quale avevamo allestito un piccolo studio e la nostra ispirazione andava da Torre di Controllo 21 – eravamo proprio nerd dell’ambiente – AltoEnt, Jesto, quello che era l’Xtreme Team.

Ispirato da quello abbiamo iniziato a fare musica dentro sto garage e mi ci sono appassionato, e su tutto il genere underground romano so qualsiasi cosa praticamente!

gs 220517 rb posse 0686 optimized
Da sinistra: Mike Lennon e Simone Panetti

Cos’è che invece ti ha spinto a provare a far rap e, in generale, a lanciarti in una carriera musicale?

Simone Panetti: Il Rap quando ero più piccolo l’ho provato, ma probabilmente la cultura del rap mi ha insegnato a seguire quello che è il tecnico no?!, le rime, la metrica, però la musica attuale grazie a Mike che mi ha spronato ad andare in studio, che ha sentito le mie stronzate al pc e ha detto “devi venire per forza!!”.

Leggi anche:  Avere 20 anni è l'EP del debutto di Chadia Rodriguez

Vabbè andiamo in studio e in studio è nata una canzone, due canzoni, tre canzoni e alla fine è diventato un disco, e mi sono divertito un sacco, un’avventura che voglio affrontare.

Mike Lennon: Aggiungo! Simone Panetti è il mio artista preferito, “an italian man, I’m gonna say that”.

Simone Panetti: Non è vero… però va bè, ci sta!

Red Bull Posse Naska panetti mike lenon 3
Da sinistra: Naska, Simone Panetti e Mike Lennon

Dei tre, sei sicuramente quello con più esperienza: ti comporti un pò da “mamma chioccia” a livello muiscale, o il confronto è proprio alla pari?

Mike Lennon: Non so se ho più esperienza, ma sicuramente penso di aver fatto tante session, tanta musica, tante cose, però forse è un pò più sul lato reale perché vivevamo tutti in una sorta di situazione no?! e quindi io sono quello che è un po’ più indipendente, quindi gli aiuto sempre.

Simone Panetti: “Mamma chioccia”, perché me rompe er ca@*§ pe andà in studio quando non me và… Questo si sempre!

Mike Lennon: Anche, anche! Oppure l’altra volta Diego si è svegliato in hangover e in quel momento avevo appena finito di cucinare il pollo ed è venuto di là.. Tac!

Naska: Ah pensavo, mi sveglio in hangover e “Mike mi porti al pronto soccorso che me sò fatto male…

Mike Lennon: Anche, anche quello! Anche quello vedi…

Simone Panetti: È sicuramente il più responsabile, Mike! Quello che mantiene tutto.

Naska: “Mamma chioccia” c’era come cosa..

Mike Lennon: Anche fare il pezzo da portare qua è stato: “Oh Raga, andiamo in studio!”

Simone Panetti: Sennò sarebbe un disastro, un caos completo.

Naska: “Mamma chioccia” è perfetto!!

Simone Panetti: E che “Mamma chioccia”!

Red Bull Posse Naska panetti mike lenon 8
Mike Lennon
Ti ha mai stuzzicato l’idea di un producer album firmato Mike Lennon?

Mike Lennon: I’m Workin! Yes! Sto figurando tante cose nella mia vita, ogni giorno imparo…

Leggi anche:  Mike Lennon, il volto dietro la maschera: ITASIAN. L'intervista

Simone Panetti: E si, questo maledetto figlio di @*§à# non si ferma mai!!

Mike Lennon: No! Never man, devi uccidermi!

Simone Panetti: Mai! È invidiabile, pure quest’altro (riferito a Diego Naska) so du macchine, io mi rilasso un po’ di più.

Mike Lennon: Per fortuna c’è “Mamma chioccia”…

Red Bull Posse Naska panetti mike lenon 4
Naska

Sei nato come rapper, ma – come racconti spesso – il punk ti ha sempre accompagnato come ascoltatore. Quando hai capito che era quella la tua vera natura anche da artista?

Naska: Si sono cresciuto con la musica punk, ma ho iniziato con il rap semplicemente perché era più facile trovare i type beat su YouTube e registrare, poi man mano andando avanti con i tempi ho viste che il producer riusciva ad attaccare la chitarra, si potevano fare le batterie ed era diventato tutto più facile alla produzione e ho detto basta.

quando ho visto che stava scoppiando l’emo trap, che vedo la presenza delle chitarre elettriche, ma comunque con la batteria trap ho detto: “no no perché, mettiamo la batteria vera come facevano prima”, e da quel momento ho detto basta, faccio solo questo genere qua, che è il genere che mi ha cresciuto, quindi mi rimane molto più facile fare questo genere qua, che fare un altro genere.

Red Bull Posse Naska panetti mike lenon 9
Simone Panetti

Del rap, però, ti è rimasto un certo approccio alla scrittura: Quale pensi sia il punto di forza delle tue liriche?

Naska: Questa è una domanda fi@#!!

Simone Panetti: Parla solo di fi@#…

Naska: No! No! Va bè, però le ragazze e i traumi d’amore sono sempre presenti e sono sempre molto importanti per me per scrivere i testi – per quanto riguarda il rap- prima facevo gli extra beat e quello mi ha aiutato un sacco, sia a parlare sia scrivere e a tante cose, però lo trovo molto distante, i testi che facevo prima alle liriche che scrivo adesso, quindi non saprei. Mi ha aiutato sicuramente per i live, però per quando scrivo ho un approccio completamente diverso.

Simone Panetti: Come dicevo prima, il rap è una buonissima scuola di tecnica di scrittura.

Naska: Prima facevo gli extra beat, quindi stavo più attento al tempo, adesso invece sono molto più attento alla top-line, facendo sì che sia “catchy” e che rimanga subito in testa.

Red Bull Posse Naska panetti mike lenon 5
Da Sx: Naska – Simone Panetti – Mike Lennon

Sicuramente degli innovatori e mi riferisco a Twitch Tape. Mi domando come vi sia venuta in mente. Raccontateci i passaggi.

Simone Panetti: È venuta a me l’idea perché, appunto, essendo io tanto nerd del rap e l’underground romano, esistevano – forse nel 2011, non ricordo – le 21 ore estreme, le facevano CaneSecco e con DJ 3D e le facevano in live streaming su un sito – che non ricordo che sito era – facevano tutta sta live intera, dove facevano session, scrivevano e pubblicavano poi i pezzi.

Leggi anche:  Il nuovo Asian rap di Mike Lennon

Quindi mi è venuto in mente di far sta roba, perché ero stra-gasato guardando il processo che c’era in studio di professionisti. Perciò, l’idea nasce così e ho deciso di farmi mandare i beats e rendere partecipe la gente che ci guarda, quindi mi mandano i beats, le grafiche in corso d’opera ed è una cosa super fi@#.

Red Bull Posse Naska panetti mike lenon 7
Da sx Naska – Simone Panetti – Mike Lennon

Vi stete interessando al mondo degli NFT? Pensate che si possa creare una relazione con le community di Twitch per cui fai musica, realizzi un NFT e lo distribuisci alla community?

Simone Panetti: Lo abbiamo fatto, uno dei brani del Twitch Tape è diventato NFT.

Mike Lennon: Caotica!

Simone Panetti: Caotica! E l’idea era proprio di far possedere un brano alle persone che hanno partecipato, e tra l’altro nel nostro NFT, se tu commenti l’NFT, fai parte dell’NFT stesso per sempre, quindi è una cosa super fi@#. Grazie mille!

Naska: Andatelo ad ascoltare!!

Mike Lennon: Che l’Hip Hop e la musica classica e la musica in generale vi accompagni sempre!

Simone Panetti: Comprate Red Bull!

Naska: Viva la fi@#!

Guarda l’intervista completa in esclusiva per lacasadelrap.com!

Su Red Bull Posse

Red Bull Posse è un format importato dal Giappone (Red Bull Rasen), sdoganato e inaugurato in Italia dagli scorsi episodi. Ora lancia nuovamente un messaggio di sfida creativa a tutti gli altri artisti del panorama musicale nazionale.

In ogni prossimo brano che sarà prodotto dalle Posse riunite da Red Bull, si racconterà una storia partendo da un argomento che sta a cuore agli artisti ospiti, che hanno massima libertà di espressione all’interno della traccia.

Ti potrebbe interessare
News

BUS – Bollettino Uscite Settimanali del 22 luglio 2022

Live tourNews Ita

Red Bull 64 Bars Live: a Napoli l'inedito live show firmato Red Bull Italia

Intervista

Red Bull Posse: cosa hanno in comune Deriansky, Alda e Guido Cagiva? L'intervista

News ItaTop

Il 2° Ep di "Red Bull Posse" con Alda, Guido Cagiva e Deriansky è online sul canale Red Bull Droppa

Iscriviti alla nostra Newsletter