Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Intervista

La “Malinconia Estiva” di Gray – L’intervista

Gray

Dallo scorso 9 settembre 2022 è fuori il primo progetto discografico dell’artista milanese, Filippo Anselmi aka Gray intitolato: Malinconia Estiva, disponibile su tutte le maggiori piattaforme digitali, per Chandelier Music e distribuito da Believe.

In un EP di 5 tracce, prodotto interamente da Nari, l’artista 23enne mette a nudo se stesso, raccontando – nelle sue liriche introspettive – il proprio vissuto, spaziando tra sonorità urban, latin e R&B.

L’EP Malinconia Estiva di Gray è stato anticipato, all’inizio dell’estate, dal brano estratto In Aria e contiene nel brano Bugie, il featuring di Mati Shelby.

La redazione de Lacasadelrap ha avuto il piacere di porre alcune domande a Gray e farsi dire ancora di più sulla sua nuova release.

Gray
Gray – Malinconia Estiva – Cover

Ciao Filippo, è un piacere per lacasadelrap.com aver la possibilità di porti alcune domande sul tuo nuovo Malinconia Estiva EP. Vorrei cominciare chiedendoti cosa rappresenta per Gray (come artista) Malinconia Estiva EP? E cos’è invece per te la “malinconia estiva” sul piano strettamente personale?

Questo EP è il frutto di un anno di lavoro passato in studio. Trattandosi di un primo progetto, posso definirlo un punto di inizio per la mia carriera. Sono molto contento del risultato finale ottenuto, non cambierei niente di questo EP.

L’estate, per me, è un periodo particolare dell’anno, in quanto è sempre stato il momento in cui ho vissuto più cambiamenti personali, soprattutto sul piano della crescita emotiva. Per me la “malinconia estiva” è quella nostalgia di ricordi vissuti durante le estati.

Leggi anche:  Turi Moncada, l'artista palermitano al suo primo album "Moncadas": l'intervista

Nei 5 brani che compongono l’EP, hai avuto modo di metterti a nudo mostrando diverse sfumature del tu persona: ognuna immagino rappresenti una parte di te. C’è un brano a cui sei più emotivamente legato? E se si per quale ragione?

Sono legato a tutti i brani dell’EP, ma se dovessi sceglierne uno in particolare sceglierei In Aria. È stato il primo che ho scritto: tra tutti è quello che mi ha spinto a creare il concept del progetto e che mi ha portato a seguire una direzione precisa ed in linea con quello che volevamo trasmettere.

Gray
Gray

Parlaci di com’è nato questo progetto. Qual è stato il processo creativo che ha portato alla realizzazione di Malinconia Estiva?

Io, il mio produttore Nari e Piwi, la persona che mi cura l’immagine, siamo partiti per una vacanza di qualche giorno all’Isola d’Elba per produrre nuove idee e musica. In quattro giorni abbiamo creato la prima versione dell’EP che, successivamente, abbiamo terminato una volta tornati a Milano.

È stato un processo del tutto naturale, senza alcun tipo di forzatura. Sull’isola, inoltre, abbiamo ripreso le varie sessioni durante la creazione dell’EP, le trovate sul mio profilo Instagram.

Quali (o chi) sono i tuoi principali riferimenti musicali? Ci sono degli artisti italiani con cui vorresti collaborare?

Ascolto musica di ogni genere anche se, principalmente, mi ispiro a vari artisti dell’East Coast Americana e a vari artisti urban latino americani. In Italia, ovviamente, mi piacerebbe collaborare con tutte le pietre miliari della scena rap.

Leggi anche:  Enzo Dong collabora con Tedua in Limousine

Il progetto conta esclusivamente una collaborazione: quella con Mati Shelby nel brano Bugie. È stato bello lavorare in team e, soprattutto, pensi abbia rappresentato un valore aggiunto al brano e al progetto?

Assolutamente, conosco Mati da circa un anno ormai e lo rispetto molto sia a livello umano che a livello artistico. Collaborare con lui è stato il coronamento del nostro percorso, visto che facciamo entrambi parte del roster di Chandelier Music. Abbiamo in cantiere anche altri progetti insieme, non vediamo l’ora di farli uscire.

Il filo conduttore dell’intero album è Nari, producer che si è occupato completamente del disco. Avevate già collaborato in passato? Quanto la sua visione ha influenzato la tua (e viceversa)?

Io e Nari ci conosciamo da quando siamo piccoli tramite le nostre famiglie, siamo molto in sintonia in ambito lavorativo e ci influenziamo a vicenda, proprio come se ci completassimo.

Ovviamente senza di lui questo progetto non esisterebbe, le sue produzioni sono state lo stimolo perfetto per la nascita del disco. Collaboriamo da sempre e faremo sicuramente altra musica insieme.

Malinconia Estiva rappresenta il progetto discografico d’esordio del tuo percorso artistico. Pensando al futuro cosa dobbiamo aspettarci di nuovo? Gray ha già qualcosa che bolle in pentola?

Nei prossimi mesi usciranno varie collaborazioni con artisti del roster di Chandelier music. Non posso svelarvi niente al momento, ma abbiamo già le idee chiare su cosa fare.

Leggi anche:  Dahel stupisce con il sequel del suo singolo d'esordio: ascolta "CL/NCL 2"
Ti potrebbe interessare
News

BUS – Bollettino Uscite Settimanali del 9 settembre 2022

Intervista

Calab pubblica l'EP d'esordio intitolato "RESPECT" - L'intervista

Intervista

Turi Moncada, l'artista palermitano al suo primo album "Moncadas": l'intervista

News Ita

Dahel stupisce con il sequel del suo singolo d'esordio: ascolta "CL/NCL 2"

Iscriviti alla nostra Newsletter