Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Approfondimento

“Fragili”, il racconto autobiografico con cui Il Tre calcherà il palco di Sanremo

il tre sanremo 2024 intervista 1024x576 1 scaled

Sanremo, si sa, inizia ben prima di quei cinque giorni di fuoco di febbraio. E questo vale per il pubblico, sospeso tra annunci e spoiler, per gli addetti ai lavori, divisi tra pre ascolti e conferenze stampa, ma soprattutto per gli artisti che di solito si beccano il pacchetto completo e anche una bella dose di ansia in regalo.

A meno di un mese dall’inizio del festival, Il Tre – al secolo Guido Luigi Senia – di questa tensione sembra ancora non sentirne il peso. Anzi, davanti alla platea di giornalisti pronta a sentire tutti i retroscena sul suo brano in gara (e non solo), l’artista classe 1997 appare decisamente spigliato. E, da buon romano, anche particolarmente simpatico.

Se state pensando che a questa distanza dall’alzarsi del sipario dell’Ariston ci si possa aspettare tale disinvoltura, va sottolineato che per ventiseienne sarà la prima volta sul palco sanremese e dopo una carriera non di certo decennale. È in pochi anni, infatti, e con soli due dischi, che Il Tre ha conquistato pubblico e classifiche nostrane raggiungendo con entrambi i suoi progetti (ALI e Invisibili) il primo posto Fimi/Gfk e ottenendo 4 Dischi di Platino e 2 Oro.

Chissà se anche con Fragili, titolo del brano in gara, il giovane artista riuscirà a fare breccia nel cuore di molti. In attesa di scoprirlo, siamo stati felici di sentire come, con grande spontaneità, ce lo ha raccontato nella suggestiva cornice di un bel ristorante del centro di Milano.

Il Tre
Il Tre

Il Tre a Sanremo porterà una storia personale

Quello che ho voluto raccontare in questa canzone è un periodo che ho attraversato di recente”. Così Il Tre ha presentato il brano del suo debutto sanremese, tenendoci a sottolineare sin da subito che quella di cui canta non è una storia sentita da altri o inventata, ma vissuta sulla sua pelle. Quale storia? Quella di una relazione non andata a buon fine, a causa di alcuni errori compiuti proprio da chi ne parla e scaturiti da alcuni traumi passati ancora non processati.

Leggi anche:  BUS – Bollettino Uscite Settimanali del 10 dicembre 2021

Credo che ognuno di noi sia fragile a modo suo. L’importante, secondo me, è convivere coi propri errori e coi propri demoni interiori”, prosegue a raccontare. Confessa, poi, di essere il primo a provare di riuscire in questa impresa da una vita, probabilmente non ancora essendo capace a raggiungere il risultato sperato. Scrivere di tutto questo in una canzone, però, lo ha aiutato e sa già che cantarla su un palco così importante sarà un molto significativo per lui. Possiamo presumere lo sarà anche per la protagonista femminile della storia che, a quanto si è lasciato sfuggire, ascolterà la canzone per la prima volta proprio insieme a noi.

Un gesto romantico nella speranza di un ritorno di fiamma? Pare proprio di no. Il Tre, difatti, ritiene di non essere ancora la persona che vuole essere e che l’ex ragazza meriti di meglio. Per lui, scrivere questo brano è stato un modo per prendersi le sue responsabilità, nonché un’occasione per crescere e rendersi conto che spesso bisogna capire che cosa si ha tra le mani prima che sia ormai troppo tardi. Magari in tanti si rivedranno in questo racconto o magari no, ma per lui conta che arrivi davvero ciò che voleva esprimere.

L’extrabeat (e il rap) de Il Tre sul palco dell’Ariston

Sul palco di Sanremo, oltre a portare una storia personale, Il Tre ha svelato che porterà anche un significativo tratto del suo stile: l’extrabeat, anche se ovviamente non in modalità Cracovia. “La scelta dell’extra beat è stata molto personale. Volevo portare qualcosa di mio su quel palco e dare un segnale a chi mi segue da tantissimo tempo, far capire loro che sono sempre io, anche a Sanremo”, ci ha tenuto a sottolineare. “Mantenere una radice rap per me era molto importante (..) e penso che sarà uno dei punti della canzone che mi piacerà cantare di più su quel palco”.

Leggi anche:  Jones Mixtape è evoluzione per la carriera artistica di Vegas Jones - La recensione
Il Tre – CRACOVIA PT. 3

Tuttavia, l’artista romano ci ha tenuto a specificare che non si sente né si auto-definisce solo un rapper. Studia canto, perché gli piace cantare e gli piace anche fare il pop. Nelle sue vecchie canzoni ci sono tanti riferimenti al di là del mondo urban e nella sua Fragili c’è una citazione al cantautorato italiano.

È per tutti questi motivi, uniti al fatto che “ultimamente il rap a Sanremo è stato sdoganato”, che Il Tre non si è minimamente posto il problema di dover dare spiegazioni sulla sua partecipazione a fan, colleghi o addetti ai lavori. “Se voglio fare rap, faccio rap. Se voglio fare pop, faccio pop. Se un domani vorrò fare neomelodico, farò neomelodico. Basta che faccio musica, che è quello che mi piace.

Sanremo per Il Tre è sia un punto di arrivo che un punto di partenza

Al di là del rapporto tra rap e Sanremo, a chi gli chiede cosa rappresenti non per un – anche – rapper, ma proprio per lui quel palco, Il Tre risponde che si tratta sia di un punto di arrivo che di un punto di partenza . Ne parla come un traguardo, non nascondendo che erano diversi anni che cercava di arrivare all’Ariston, prima con Roma, poi con Invisibili – la title track del suo ultimo album – e altre canzoni che non sono mai state pubblicate. Lo vede poi come un cerchio che si chiude anche dopo i successi raggiunti coi suoi primi due album di cui va molto fiero. Al tempo stesso reputa Sanremo anche un cerchio che si apre, da cui partirà un’altra serie di eventi, un altro percorso con altre mille porte e tanta nuova musica.

Leggi anche:  Lo sfottò socioculturale di Willie Peyote arriva sul palco di Sanremo
Il Tre – INVISIBILI (Official Visual Art Video)

La strada fin qui, non è stata di certo cortissima, nonostante la giovane età. Il Tre arriverà a calcare quel palco tanto sognato dopo un po’ di anni di gavetta e di molti altri piccoli palchi, senza essere volutamente passato per quelli televisivi dei talent. L’artista, infatti, ha raccontato di aver scelto con consapevolezza di imboccare un altro tipo di via, volendo farcela senza passare prima dalla tv.

Ecco anche perché questo Sanremo, arrivato dopo aver già toccato due volte la vetta delle classifiche ed essersi fatto conoscere anche spontaneamente attraverso TikTok, ha un sapore davvero del tutto diverso.

Conosci meglio

.
Ti potrebbe interessare
News

BUS – Bollettino Uscite Settimanali del 14 giugno 2024

News

RED BULL POSSE: Kid Lost, Elmatadormc7, JELECROIS e Spender, i semifinalisti di "NUOVA SCENA"

6.5
Recensione

Il Tre vola con ali INVISIBILI

News

BUS – Bollettino Uscite Settimanali del 15 settembre 2023

Iscriviti alla nostra Newsletter