Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Recensione

Kid Cudi ci propone nuovamente la sua creatività con INSANO

0 Utv bIu2gtto9IRg

Con un ritorno tanto atteso, Kid Cudi ha onorato la scena musicale con il suo nono album in studio, INSANO.

Conosciuto per il suo impegno verso l’evoluzione e un debole per l’imprevedibilità, Cudi ha ancora una volta infranto le aspettative, portando gli ascoltatori in un viaggio inaspettato attraverso l’hip hop alternativo. Come per ogni impresa artistica audace, i risultati sono un miscuglio che richiede un ascolto approfondito.

Kid Cudi, nel decennio e mezzo trascorso dal suo debutto epocale Man on the Moon: The End of Day, è diventato il simbolo dell’hip hop conscious con testi che toccano temi profondi come i problemi di salute mentale, la depressione e la dipendenza.

Un album che nonostante qualsiasi consenso possa ottenere, serve a ricordare in modo toccante che Kid Cudi non deve essere dimenticato per la sua impavida sperimentazione.

Con un cast di pesi massimi tra cui Travis Scott, Pharrell Williams, A$AP Rocky, Lil Wayne, Young Thug, Lil Yachty, DJ Drama e il compianto XXXTentacion, INSANO promette un’esperienza musicale diversificata e di grande impatto.

In molti modi, INSANO coglie la mente creativa disordinata di Cudi con la stessa precisione di qualsiasi altro suo progetto. Ricordiamo che quest’uomo ha diretto anche un film d’animazione per il suo ultimo album, Entergalactic ha una propria linea di abbigliamento, ha scritto un fumetto e ha recitato in film diversi come X, Don’t Look Up e Silent Night. Insomma è una mente creativa.

Testi

Nonostante il suo obiettivo più encomiabile, di usare la sua musica per aiutare gli altri, la canzone KEEP BOUNCIN, è un esempio di come Cudi regredisce invece di perseguire il suo solito stile. Le caratteristiche del genere trap che usano batterie dure, sono fortemente presenti nel singolo, con testi pieni – forse troppo – di clichè, riguardanti fughe sfrenate dalla polizia con tanto di riferimenti alla droga e al denaro. Davvero vogliamo ancora questo tipo di storytelling nel 2024?

La traccia HIT THE STREETZ IN MY NIKES mantiene il ritmo dello stile trap ma non manca quella vena liricista classica di Cudi. La narrativa di INSANO tocca i temi usuali dell’artista, come i sogni lucidi, l’amore e le droghe come la marjuana classico di Cudi. Per la maggior parte del progetto i testi continuano un racconto superficiale e ripetitivo di altri rapper famosi della scena moderna.​

Uno dei momenti più alti del disco è nel singolo X & CUD, dove il rapper ricorda la sua passione nell’aiutare gli altri con la sua musica. Il brano campiona la canzone Orlando di XXXTentacion; qui troviano entrambi i musicisti discutere sul loro rapporto con il dolore e la morte.

La narrativa nei testi appare a tratti confusa, fornendo poca continuità al progetto nel suo insieme. L’album passa bruscamente dallo stile classico di Cudi fatto di paesaggi sonori onirici e battute significative, introducendo casualmente temi del rap mainstream.

Kid Cudi
Kid Cudi

Strumentali

Cudi rappa su vari ritmi trap prodotti da artisti come Take a Daytrip, Jean-Baptiste e il collaboratore di lunga data Dot da Genius, che ha prodotto il singolo di debutto di Cudi nel 2008 Day ‘n’ Nite.

Si assicura di divertirsi un po’ lungo il percorso, dando un tocco hip hop a All That She Wants di Ace of Base nel brano Electrowavebaby e Hands Off the Man di Laura Nyro in Hit the Streetz in My Nikes e persino campionando se stesso con il mitico Day ‘n’ Nite in At the Party.

Come l’artwork dell’album, la voce astratta di Cudi rinvigorisce gli 808 e gli hi-hat, presenti. Sicuramente la sua voce e le produzioni riescono a rendere l’album sufficientemente ascoltabile, un giusto ascolto da viaggio.

KID CUDI
Kid Cudi

Stile

Il rapper cresciuto a Cleveland ha costruito un suono basato sulla mistica e sulla sperimentazione.

Nel caso di INSANO Cudi ripropone i vecchi cliché con cui si è affermato in una tracklist colorata da strumentali abbastanza esplosive e flussi innovativi, ma strizza l’occhio – in molte canzoni – alla trap moderna e si perde in un liricismo a volte troppo banale.

L’influenza di Kid Cudi nel regno della musica rap attuale è tutt’altro che irrilevante, in particolare tra la nuova scuola di artisti. Il fatto è che semplicemente nel tentativo di proporre ciò che rende il suo stile unico e in sintonia con gran parte dei suoi approci, ha perso gli aspetti più coinvolgenti del suono.

Tutto questo purtroppo ha reso INSANO uno album a tratti ripetitivo con solo scorci occasionali di ciò che rendeva Kid Cudi così avvincente fino a pochi anni fa.

kid cudi press 1
Kid Cudi


6.7

KId Cudi - INSANO

La discografia di Cudi è piena di colpi di scena e svolte sonore, e "INSANO" ne è un ottimo esempio. Cudi non sembrava così sicuro e libero da anni, permettendo ad ogni idea nella sua testa di creare trame differenti e strumentali innovative. La nona uscita di Cudi colpisce, nonostante alcuni cenni ai generi piú moderni che lo rendono a volte caotico e scontato. Questi 21 brani costituiscono un viaggio attraverso i molti volti - belli e brutti - della creatività di Cudi: un giro di vittoria solo personale per una voce innovativa che ha ben poco da dimostrare, se non a se stesso.

testi

6.5

strumentali

7.0

stile

6.5

Pro

  • il talento creativo e innovativo del rapper viene dimostrato ampiamente
  • produzioni notevoli
  • buona selezione dei featuring

Contro

  • mix di generi a volte confusi
  • un album un pò troppo lungo
  • i testi a volte propongono temi banali e scontati
Iscriviti alla nostra Newsletter