Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Report

Black Milk per la prima volta live a Torino

image00002 1

Black Milk ha scelto Torino come data del suo tour europeo. Sarà per l’aria che respiriamo, oppure le montagne sullo sfondo, ma qui a Torino quando si parla di rap succede sempre qualcosa di speciale. La data di Giovedì 7 marzo 2024 è stata una di quelle in cui va messo un segno sul calendario per evitare di dimenticarla.

A Torino, più precisamente all’Off Topic, abbiamo avuto occasione di assistere ad uno show unico per gli amanti del rap. Il live, organizzato da Litothekid, Substrato Studio e DJ Fede, ha visto come ospiti in apertura Maury B, DJ Fede, Dafa, Kiffa e Tito Sherpa, i quali, incaricati di scaldare il palco, sono riusciti a far muovere la testa dei presenti.

Per l’occasione, noi de lacasadelrap.com eravamo presenti, per continuare a raccontarvi qualcosa su questo mondo e su chi contribuisce a renderlo speciale. Cominciamo! 

Chi è Black Milk? 

Per comprendere al meglio e contestualizzare la serata, è necessario conoscere due nozioni principali sul rapper di Detroit. Black Milk, oltre ad essere un talentuoso MC, è un producer di stampo classico, che accoglie il campionamento come protagonista della sua fase creativa. Ha una particolare visione musicale che è contaminata da più generi: partendo dall’Hip Hop, il produttore americano ha condito i suoi tappeti musicali con richiami al Soul, Funk, Rock psichedelico ed Elettronica.

Leggi anche:  BUS – Bollettino Uscite Settimanali del 19 maggio 2023

L’artista ha collaborato con molti artisti noti, partendo dall’iconico gruppo Slum Village, passando per RZA, Jack White, finendo con Danny Brown e Random Axe, con i quali ha anche realizzato dei joint-album. Il rapper, è uno dei principali esponenti della musica di Detroit e punto di riferimento della scena black americana. 

image00001
A partire da sinistra, Litothekid, Black Milk e DJ Fede, foto di Tyrelli

La scena di Torino apre la serata

La serata si apre con lo showcase del Kill The Beat, format uscito su Youtube e Spotify, pensato e realizzato da Litothekid, che posto dietro alle macchine nelle vesti di producer, ha chiamato molteplici MC torinesi, alcuni dei quali presenti alla serata. Tito Sherpa, Kiffa, Maury B hanno portato live la performance presente in Kill The Beat, aggiungendo a questa alcuni brani della propria discografia, deliziando il pubblico di Torino con editi e inediti.

A seguire, sale sul palco Dafa anche lui con la sua personale strofa per il Kill The Beat e, successivamente lo raggiunge DJ Fede, per suonare il loro ultimissimo progetto, l’EP Young Veterans-Terzo Occhio più alcuni brani di Young Veterans 1974. Ma presentiamo meglio i due: Dafa, considerato uno dei pionieri del Rap autocelebrativo, è un rapper dalla scrittura cruda e visionaria, si trova al microfono, mentre DJ Fede, storico DJ che da decenni suona nei club di tutta Italia ed Europa, portando rap, black music e disco funk, si trova alla macchine.

Leggi anche:  I Simpson e la musica: come hanno accompagnato la nostra adolescenza

Lo show dei due risulta pur sempre originale, Dafa da dimostrazioni di stile non indifferenti, continuando a proporre un approccio prettamente underground sopra i beat di DJ Fede, uno degli organizzatori del live. Il live continua su questa linea d’onda, dove barre di fuoco e incastri taglienti giocano da padroni dell’Off Topic, fino al momento in cui, concluso lo show di Dafa e DJ Fede, si spengono le luci, in attesa del grande ospite.

d63024308cd049e98bcf9399f03dd563 1140x694 1
Black Milk a Torino, locandina ufficiale

Il momento di Black Milk

Il tutto, ora trasmette una sensazione differente, l’aria è elettrica e Torino è pronta. I presenti, ormai ben predisposti dopo lo show di altissimo livello dei torinesi, saliti in precedenza sul palco, sono pronti ad alzare i bicchieri al cielo per l’ingresso dello statunitense. Eccolo, vestito totalmente di nero, sale sul palco accompagnato dall’umiltà di un principiante, posiziona il microfono sull’asta e “da il la” al suo personalissimo show.

Sul palco sono presenti due postazioni da cui Black Milk dirigeva l’orchestra, sui quali si trovavano rispettivamente due pc, dai quali il rapper/producer selezionava le tracce. Da un lato, sulla sinistra, si trovavano anche una tastiera con un drum pad, dai quali il rapper ha suonato live alcuni beat, intonato successivamente i suoi brani.

Abbiamo assistito ad un vero e proprio live, il rapper di Detroit non aveva un DJ dietro la console, gestiva lui stesso la scaletta dello show, più tutte le tecnicità che comporta un esibizione. Black Milk ha presentato il suo ultimo progetto, Everybody Good? più alcuni classici della sua discografia, compresi alcuni brani dove non vi era voce, ma solo strumentale.

Leggi anche:  DJ Fede pubblica l'album "Suono sporco"

Lo show si conclude con il brano Ain’t Nobody Coming Down To Save You, probabilmente il brano più conscious dell’album. Black Milk è un artista che ha stupito positivamente i presenti, sia quelli che lo conoscevano già, sia quelli che ignoravano il suo nome.

Le produzioni, l’attitudine e i testi di Black Milk sono ricchi di originalità, ma questo non basta per rendere unico un artista, lo show è la vera sentenza e quello presentato all’Off Topic è stato davvero originale. Insomma, Torino sta continuando a dar sfogo al suo animo underground, anche grazie ad eventi come questo, che contribuiscono a rendere questa cultura universale e noi, de lacasadelrap.com siamo qui per raccontarvelo! 

Ti potrebbe interessare
News

BUS – Bollettino Uscite Settimanali del 15 marzo 2024

News

BUS – Bollettino Uscite Settimanali del 1° marzo 2024

News

BUS – Bollettino Uscite Settimanali del 16 febbraio 2024

NewsNews Ita

BLACK MILK live a Torino!

Iscriviti alla nostra Newsletter