Segui le nostre dirette sul canale IGTV di @lacasadelrap

Recensione

D.N.A. , l’hip hop nel DNA e nelle vene di Napoli

D.N.A. cover DNA

D. N. A. è un nuovo collettivo napoletano nato dall’unione di Giorno Giovanna, Dope One, Dekasettimo e Fugo. Il gruppo nasce nel 2023 e il 31 maggio 2024 ha pubblicato DNA, primo progetto ufficiale che porta il titolo del team che ha preso corpo per la stima reciproca che scorre tra i membri.

L’album è prodotto da Bboy Enea, Burbuka, The unknown producer e Doc Ketamer. Quest’ultimo è anche il fondatore della KML, etichetta discografica che supporta il progetto.

L’album dei DNA presenta solo 4 brani perché si pone come una sorta di esperimento per la creazione di ulteriori prodotti futuri legati al collettivo. A livello stilistico, il disco si presenta come un cypher continuo, espressione utilizzata in ambito hip hop per definire un cerchio in cui rapper, produttori e breaker rilasciano la propria energia creativa.

Nel caso specifico dei rapper, il cypher è strettamente correlato al freestyle, dunque l’arte dell’improvvisazione assume una rilevanza fondamentale all’interno di DNA. La cover, realizzata da KML, trasforma il logo del collettivo, aggiungendo il golfo di Napoli e il Vesuvio nelle ultime due lettere.

Testi

Partendo dal presupposto che concettualmente i testi di DNA si basano sull’espressione creativa narrata di getto  e senza troppi preamboli, possiamo notare alcune similitudini che legano i 4 brani del progetto.

Leggi anche:  SK8 POPOLARE, l'ultimo capitolo, l'Epilogo. Il Track by Track.

I contenuti che vengono affrontati più spesso sono la rivendicazione personale e il categorico rifiuto della direzione che ha assunto la scena rap italiana. Trattandosi di stesure concepite seguendo un modus operandi da freestyle non stupisce che all’interno dell’album sono presenti tantissime punchline e barre dense di egotrip.

L’album offre il meglio di sé in live, con un pubblico ad aizzare i rapper e creare un campo energetico in cui la folla diviene parte integrante della performance degli artisti. Barrestato è un brano che presenta anche un piccolo sguardo sul sociale. La dedica alla città di Napoli contenuta in Madre Napoli viene amalgamata insieme a rime che seguono il mood generale dell’album.

FIGLI DI HH DNA 32

Strumentali

Musicalmente l’album dei Dna si presenta come un tappeto sonoro che non si interseca mai alle mode del momento. DNA catalizza la sua essenza in un amarcord che non stagna eccessivamente nel passato ma prova a rinnovarsi.

Le strumentali di DNA presentano uno stampo hip hop marcato e ben definito. Cazzimma e Madre Napoli appaiono più classic rispetto a Barrestato e Tempi Bastardi poiché entrambe virano sul gangsta rap.

In Tempi Bastardi e Madre Napoli notiamo alcune contaminazioni contemporanee. L’album non è un prodotto totalmente golden age, ma suona parecchio old e la cosa non dispiace poiché la pulizia tecnica e l’atmosfera incalzante catturano l’attenzione dell’ascoltatore. Le intro thriller di Tempi Bastardi e Madre Napoli valgono da sole il prezzo del biglietto.

FIGLI DI HH DNA 43

Stile

Gli esercizi di stile, i giochi di parole e la tecnica dei flow sono di buon livello. I D. N. A. esprimono il proprio potenziale al mic in un corollario di barre che vengono esaltate dalla complessità metrica.

Leggi anche:  Leonardo, il Rinascimento di Maury B

Lo stile scelto dai D. N. A. è complesso poiché ricercato. In alcuni frangenti, come ad esempio la prima strofa di Tempi Bastardi, le rime vengono chiuse in maniera incatenata e quasi fuori tempo per cui c’è bisogno della volontà da parte dell’ascoltatore di seguire il flusso dei rapper per godersi al meglio il viaggio.

Le caratteristiche proposte sono interessanti e rivolte ad un pubblico specifico, attratto da un tipo di rap che trova il suo cavallo di battaglia nella cifra stilistica. Le skill e i flow non deludono, anche se probabilmente i quattro rapper possono migliorare e concedere ancor più chicche  agli appassionati. Le abilità non mancano e se in un progetto futuro la penna dei D. N. A. riesce ad unificare liriche e contenuto, il risultato non potrà che essere di spessore.

7.2

D.N.A.- DNA

DNA è un album con dei testi adatti ai live. I quattro rapper hanno creato dei freestyle appositi per sfogare le proprie emozioni e proporle in un progetto estremamente underground. I suoni interessanti e uno stile accattivante rendono DNA un buon prodotto con però un margine di miglioramento. Considerando che questo è il primo tassello di un puzzle più esteso, gli ascoltatori possono ritenersi parzialmente soddisfatti.

Testi

6.5

Strumentali

7.5

Stile

7.5

Pro

  • Strumentali dense e ricercate
  • Buona tecnica complessiva

Contro

  • Contenuti troppo ripetitivi
  • Disco troppo breve
Ti potrebbe interessare
News

BUS – Bollettino Uscite Settimanali del 31 maggio 2024

ApprofondimentoZoom In

SK8 POPOLARE, l'ultimo capitolo, l'Epilogo. Il Track by Track.

Intervista

Ellie Cottino, La mia gente è il singolo prima del disco - Intervista

IntervistaNews World

Il ritorno di Lord Digga nuovo nome e nuovo disco - Intervista

Iscriviti alla nostra Newsletter