22 maggio 2019
Approfondimenti

Solo per te: quando gli Articolo 31 anticiparono The Notorious B.I.G.

>Giuseppe "Uait" Tosto Giuseppe "Uait" Tosto
Maggio 05, 2019

Esisteva un tempo – né migliore, né peggiore, solo diverso – in cui le produzioni delle canzoni non erano composte con pc e sintetizzatori, ma con campionatori. Un’epoca in cui, quindi, era molto più facile produrre dei pezzi che potessero assomigliarsi notevolmente, in modo del tutto casuale e involontario: bastava campionare la stessa canzone. Fatta questa anticipazione, forse non tutti lo sanno, ma esiste un campione reso noto da una delle canzoni più famose di sempre dell’hip hop, con, però, una storia particolare: andiamo a sentirlo.

Dice niente?

Come anticipato, sicuramente avrete pensato a una canzone in particolare: si tratta di Big Poppa, una delle canzoni più celebri di The Notorious B.I.G., nonché uno degli inni del rap anni ’90. La traccia, prodotta da Chucky Thompson & Diddy e contenuta nel primo album dell’artista Ready to Die del 1994, infatti, prese il campione principale proprio da Between the Sheets dei The Isley Brothers, segnando una generazione.

Eppure, contro ogni aspettativa, il campione venne usato in precedenza da un altro gruppo che, nel frattempo, stava muovendo i primi passi in Italia: si tratta degli Articolo 31, duo composto da J-Ax e DJ Jad, che nel 1993 pubblicava il primo album Strade di città. Nel disco era, infatti, contenuta la traccia Solo per te, pubblicata, quindi, ben 1 anno prima rispetto a Big Poppa.

Siamo abbastanza sicuri che Chucky Thompson & Diddy non abbiano mai ascoltato la canzone prodotta da DJ Jad. Anche perché, nonostante il gruppo italiano abbia fatto la storia del rap del Belpaese, il disco – in un’epoca in cui non era ancora stata pubblicata Ohi Maria, ne, tanto meno, Così Com’è, ad oggi l’album rap italiano che ha venduto di più in assoluto con oltre 600.000 copie vendute – era noto solamente a una nicchia.

Però, come si suol dire, l’immaginazione è gratuita: quindi, lasciateci viaggiare con la fantasia e pensare che gli americani si siano lasciati influenzare dal duo milanese per fare la storia dell’hip hop mondiale!

Giuseppe Tosto
Redattore
Speaker radiofonico, psicologo ed amante del rap, in particolare italiano, alla perenne ricerca dell’originalità