15 dicembre 2019
Approfondimenti

Il ritratto nel rap italiano di oggi: RAPpresento Project di Marco Tanca

>Davide Buda Davide Buda
Giugno 09, 2019

Quanto è importante attualmente l’aspetto e l’estetica nel rap italiano?

Facendo una semplice ricerca su google troveremo che con estetica si definisce: l’insieme dei fattori richiesti e accettati dal gusto e dal senso della forma.

Proprio a questi concetti si collega il lavoro dell’artista e fumettista sardo Marco Tanca, di cui vi abbiamo parlato un anno addietro nell’articolo Let’s rap about it presenta RAPpresentoproject. La mission è tanto semplice quanto complessa: cercare di definire, attraverso canoni artistici, tutte quelle figure del rap nostrano – mainstream e undreground – con una serie di ritratti in vettoriale che una volta realizzati vengono poi consegnati all’artista.

Ci si trova insomma, dinanzi ad un Basil Hallward del rap italiano, che consegna il ritratto all’artista, incastonando nel tempo il personaggio.

Tutto ciò ha un nome, RAPpresento project, ed è arrivato alla consegna di più di 90 ritratti cercando di fare una delle cose più complesse che si possano fare con gli artisti da lui presi come soggetto, catturarne l’anima e trasporla in vettoriale. Il risultato è un ritratto dallo stile unico, tanto semplice quanto definito che presenta al suo interno una serie di piccoli particolari che  solo ad un occhio attento possono comparire.

Il progetto di Marco, che compie due anni, ha del titanico, in quanto il suo scopo è quello di andare a creare una galleria d’arte che muti nel tempo, così da esporre i ritratti da lui realizzati e strutturare anche tempisticamente attraverso immagini quello che è stato, è e sarà il rap italiano. 

Rappresento Project rinchiude in sé due doti che di certo sono lodabili, lo spirito critico di chi capisce e segue la scena dalle origini e al contempo la voglia di sperimentare e portare avanti progetti unici, con rischi e sogni annessi.





CONTATTI MARCO TANCA:
Facebook | Instagram | YouTube