18 dicembre 2017
Interviste

Immagine di Cupertino, il nuovo concept Ep acustico dei La Plomb

>Giuseppe "Uait" Tosto Giuseppe "Uait" Tosto
novembre 28, 2017
La Plomb Immagine di Cupertino

Disponibile da oggi “Immagine di Cupertino”, il nuovo EP dei La Plomb – duo formato dal produttore Berkana ed il rapper Ponee – distribuito digitalmente da lacasadelrap.com. Il progetto è disponibile su tutte le piattaforme streaming ed è costituito dalle tre tracce “180 km/h”, “Scacco matto” e “Tartufi e crepes”.

Guarda e ascolta il teaser dell'Ep

Una piccola chiacchierata con gli artisti

Siamo su lacasadelrap.com e come in ogni casa partiamo dalle fondamenta: chi sono i La Plomb e cosa li rende unici?

Innanzitutto ciao a tutti i lettori! Il progetto La Plomb nasce un anno fa circa, in un momento che coincide con la volontà di re-iniziare un percorso artistico libero da vincoli o definizioni di genere, almeno per quanto riguarda i primi passi. Siamo stati per diverso tempo legati al mondo delle etichette e a determinate dinamiche del mondo discografico ma, senza avere nulla contro tali meccanismi, ci siamo confrontati a abbiamo deciso di rimetterci in gioco in modo indipendente, assumendoci la responsabilità totale di successi o insuccessi. In questo senso l’unicità di La Plomb sta proprio in questa libertà di movimento per quanto riguarda la sua crescita iniziale; una libertà che ti permette di sperimentare con il sound, le tematiche, le scelte stilistiche di volta in volta, facendo ciò che davvero preferiamo, in un ogni momento. L’obiettivo è quello di realizzare sempre qualcosa che l’ascoltatore possa individuare esclusivamente in noi e non da qualche altra parte nel mercato musicale, ovviamente con i pro e i contro di una scelta del genere.

Ci spiegate in qualche parola il significato del titolo “Immagine di Cupertino”?

Il titolo é più che altro un gioco di parole con “immagine di copertina“, ovviamente, ed è nato in studio dopo qualche birra, tra lo scherzo e il non. È anche una sorta di sfottó verso una eccessiva attenzione all’immagine più che alla sostanza, al troppo pensare a come apparire meglio nella propria foto del profilo da postare, ad un uso smodato di ritocchi ed espedienti per fare i “fighi”. La storpiatura della dicitura “immagine di copertina” è, in pratica, un po’ una storpiatura del concetto stesso. Quest’ultima è la risposta un po’ piu sensata ma ci si può fermare anche solo al gioco di parole, va bene così.

La Plomb Immagine di Cupertino - Ponee e Berkana

Ponee e Berkana al District Festival 2017 di Legnano





Questo è il vostro primo Ep ufficiale dopo la raccolta di pezzi “Niente di ufficiale Vol.1” che racchiudeva tutti i brani che avevate fatto uscire a cadenza settimanale sulla vostra pagina Facebook – come ad esempio “Schiavi” che, ad oggi, ha quasi raggiunto le 140 mila visualizzazioni. In questo nuovo lavoro tutti i pezzi sono caratterizzati da una forte similitudine stilistica ed una grande propensione all’utilizzo di strumenti acustici, uno stile molto diverso dalla precedente raccolta. È un’evoluzione o semplicemente qualcos’altro?

In realtà anche nei brani della raccolta è forte l’utilizzo di strumenti acustici, semplicemente lì non ci siamo curati di creare un legame tra un brano e l’altro; come hai detto si tratta di brani fatti uscire singolarmente sulla nostra pagina con cadenza settimanale come dei lavori a sé stanti. L’idea della raccolta è nata dopo. Qui è diverso, si tratta di un lavoro dove i tre brani sono tutte pennellate dello stesso dipinto che è l’EP. Per cui ci sono degli elementi, delle sfumature che si ritrovano da un brano all’altro e si intersecano diventando un tutt’uno, un’opera unica.

Un’altra cosa che vi ha caratterizzato fino ad ora è la scelta di creare video che utilizzassero immagini formato “GIF” per i pezzi che settimanalmente uscivano sulla vostra pagina Facebook. Perché questa scelta? credete che sarà un elemento che continuerà a caratterizzarvi?

Sai, a volte fai delle scelte che sono legate a delle esigenze e, in seguito, queste scelte si rivelano anche buone idee per ottenere risultati positivi. In questo caso l’esigenza è stata quella di doversi “arrangiare” con i propri mezzi per realizzare dei video che accompagnassero i vari pezzi. Avendo iniziato un progetto totalmente auto-prodotto le finanze possono essere da ostacolo e ti trovi a adattarti al meglio. Poi è successo che questa tipologia di video, a quanto pare, piacesse e ci portasse anche soddisfazioni; così abbiamo continuato col format. Tutti questi video, in sostanza, sono edit di varie immagini o gif prese dal web. La volontà per il futuro è quella di creare invece dei contenuti totalmente originali e inediti ma il percorso è più lungo e costoso. Stiamo valutando quelle che saranno le possibili direzioni per ciò che riguarda i possibili video in prossima uscita.

La Plomb Immagine di Cupertino - Berkana

Berkana al District Festival 2017 di Legnano

Voi vi identificate, attraverso un aggettivo di vostra creazione, come un gruppo “Indhip-Hop”. Questo cosa vuol dire nell’effettivo?

Si tratta semplicemente dei due mondi a cui ci sentiamo più vicini messi insieme. In quello che facciamo prendiamo spunto da generi differenti ma tra tutti, i due che spiccano di più sono l’Indie e l’Hip Hop; e dunque siamo un duo Indhip-Hop, perché no?

Quali sono le vostre intenzioni per il futuro? Avete intenzione di proseguire sulla falsariga di questo progetto oppure lo considerate un capitolo a sé stante?

Come ti accennavamo, La Plomb è un progetto relativamente nuovo e siamo in quella fase in cui, giorno dopo giorno, cerchiamo di creare una nostra identità, senza rinunciare a tutte le sfaccettature che, di volta in volta, troviamo. Sappiamo che spesso c’è la necessità di “definire” un progetto, soprattutto da parte di chi ti vorrebbe collocare all’interno di una determinata scena piuttosto che un’altra ma questo non deve diventare un limite alla parte creativa. “Immagine di cupertino” è un Ep in cui si ritrovano molti elementi che hanno fatto parte del nostro breve percorso ma anche altri che abbiamo utilizzato e inserito in questa fase. Diremmo che non si tratta né di una parentesi né di una scelta che necessariamente influenzerà le mosse future. Stiamo già lavorando, ad esempio, ad altri brani che si sviluppano anche su sonorità e melodie diverse da quelle dell’Ep.

Buon ascolto!

Giuseppe Tosto
Redattore
Speaker radiofonico, psicologo ed amante del rap, in particolare italiano, alla perenne ricerca dell’originalità

Comments