21 settembre 2018
Interviste, Top flash news

Intervista a ElDomino in occasione della pubblicazione di Già solo feat Swelto

>Davide Buda Davide Buda
agosto 29, 2018

In occasione dell’uscita del brano Già Solo di ElDomino featuring Swelto, abbiamo deciso di scambiare 2 chiacchiere sul brano, sulla sua carriera e sui Moonloverz (creew di cui fa parte assieme allo stesso Swelto, Azure Stellar e Soulcè).

Com’è nato il concept del brano?

E’ una prassi ormai che Swelto passa il beat, io ci viaggio su e mi faccio trasportare dall’atmosfera. Riflettevo sulla vita frenetica e social di questo periodo, la modalità  “fast food” che hanno i ragazzi di oggi nell’ascoltare e fare musica, nel godersi velocemente tutto ciò che si ritrovano sotto agli occhi. E’ tutto cambiato da quando avevamo noi 20 anni, e come veri artigiani continuiamo ad avere un ’approccio più genuino possibile, nello scrivere un testo, nel produrre un beat e nel presentarlo al pubblico. In un’era in cui sembra obbligatorio adattarsi e dire la propria su ogni argomento, ad avere migliaia di amici per comodità…noi ce ne restiamo nel nostro e anche se in solitaria abbiamo la consapevolezza di fare sempre la cosa giusta.

Oggigiorno la musica che ha più presa sul pubblico sono quelle con poche parole, che entrano in testa al primo ascolto rispetto a brani più complessi e che richiedono più ascolti per la comprensione. Com’è fare musica impegnata al giorno d’oggi?

Vero, noi però siamo abituati a farlo così da sempre, è molto meno “impegnativo” di quanto può sembrare. L’approccio alla musica è sincero, è spontaneità e introspezione prima di tutto. Siamo consapevoli che a fare numeri è altra musica, ma noi siamo innamorati dell’hiphop, ed è anche nostro dovere morale continuare a farlo così, come ci viene, per rispetto di chi ci segue da sempre e del rap stesso.

Il brano farà  parte di un progetto futuro? Se sì, cosa puoi dirci a riguardo?

No, “Già Solo” è un singolo che non sarà contenuto in nessun progetto futuro. Io e Pier Dario ci conosciamo da una vita, ci piace collaborare spesso e continueremo a farlo senz’altro in futuro.

Com’è stato, dopo aver intrapreso la carriera Moonloverz, dedicarsi alla carriera solista?

Beh in realtà la mia carriera da solista parte nel 2000, ce n’è stata di strada prima. Coi MoonLoverz è iniziata di recente, nel 2016 con precisione con l’uscita del primo disco omonimo.

E’ una scelta voluta quella di immergermi in questa nuova esperienza, ho accettato al volo la proposta di Swelto e Azure Stellar. Perché è uno stimolo al confronto continuo, quotidiano, siamo in quattro, idee differenti, punti di vista vari su ogni argomento e l’esperienza del gruppo ti accresce molto, più di quanto si pensi. E a me questo mancava.

Possiamo chiederti cosa dobbiamo aspettarci in futuro dai Moonloverz? Quanto è lontano questo futuro?

Il futuro dei MoonLoverz? E’ vicinissimo, siamo a lavoro tutti i giorni per chiudere il secondo disco ufficiale, manca veramente poco ormai. Ci teniamo molto a questo progetto, le persone iniziano ad affezionarsi a noi, al nostro modo di fare musica, al mood che ci contraddistingue. Ci seguono sempre di più e non può che farci piacere. Siamo solo all’inizio.