17 novembre 2018
Interviste

White Boy presenta il singolo No buono aspettando l’album 202

>Chiara Cinti Chiara Cinti
ottobre 30, 2018

Ed eccoci con una nuova intervista per voi!
Per l’occasione ci siamo soffermati su uno dei rapper della scuderia romana Do Your Thang Records. Approfittando dell’uscita del suo ultimo singolo No buono, pubblicato in streaming lo scorso 26 ottobre, abbiamo posto qualche domanda a White Boy.
Con il singolo No buono, realizzato con la collaborazione di Pacman XII, White Boy propone la seconda anteprima, dopo Tempura, del suo prossimo album 202 in uscita entro fine anno. Il beat, curato interamente dal producer Alan Beez, è come uno spartito di musica classica, come un libretto d’opera, un testo di teatro pronto a offrire l’ossatura per l’interpretazione dei due maestri d’orchestra White Boy e Pacman XII.

Ascolta No buono su Spotify

Partiamo in quarta! No buono fa parte del tuo secondo disco firmato Do Your Thang Records, famiglia della quale fai parte da due anni ormai e che ti ha dato la possibilità di partecipare a molti altri progetti al di fuori del disco ufficiale. Com’è cominciata questa collaborazione?

I contatti e le collaborazioni con la famiglia DYT erano attive da già da molto tempo. L’idea di stabilire un legame più forte è arrivata con la necessità di trovare una strada per far uscire Nato puro. In tutta sincerità la proposta fu quasi una naturale conseguenza del rapporto che già ai tempi ci univa.

Tempura, primo estratto da 202, è quasi un brano introduttivo che mette subito in chiaro chi sei e come reputi la scena attuale. Come descriveresti invece No buono? Parlaci di questo brano, di come è nato, dal concepimento al parto, per così dire.  

Ho sempre provato un forte interesse per la musica Grime. No buono è uno dei primi risultati della condivisione di questa scena con Paco e Alan.  Questo genere in Italia si era affacciato già con Rasty Kilo e Stabber ma, dopo di loro, nessuno aveva voglia di continuare il discorso… perché non farlo noi?! Appena Alan mi ha fatto ascoltare il beat avevo già tutto ben chiaro in mente. Facciamoli muovere un po’, non risparmiamo nessuno!

In questo singolo sei affiancato da uno dei fiori all’occhiello della DYT, Pacman XII. Ci dobbiamo aspettare altre collaborazioni nel disco targate DYT o anche con artisti esterni alla Label, visto il tuo background ricco di featuring? Ma soprattutto, perché il primo feat. pubblicato è proprio quello con Pacman XII?  

Come avevo già detto in qualche post, ho deciso di rimanere in famiglia per i featuring, sono stato parecchio “in giro” ultimamente. Avevo voglia di divertirmi, e non ci sono complici migliori di Pacman e del buon Alan Beez. Dopo A-A-I Vol.1, non potevamo farci attendere troppo.

Sia Tempura che No buono sono entrambe produzioni di Alan Beez, con il quale hai già collaborato anche in altri singoli, come ad esempio il progetto insieme Pacman XII intitolato A.A.I.. Da dove nasce questa intesa? È limitata solo allo studio o si estende anche al di fuori?  

Di base c’è la enorme serietà con cui entrambi approcciamo al nostro lavoro. In seconda battuta la facilità con cui nascono brani come Tempura. Ci incontriamo in studio, lui lavora al beat mentre io inizio a scrivere la strofa e – se tutto fila come deve – nel giro di un paio d’ore abbiamo un brano pronto.  Naturalmente c’è anche l’intesa a livello umano altrimenti sarebbe difficile capirci al volo sulla musica.





A breve pubblicherai 202, il tuo nuovo album, e in No buono dici che continui a stare un po’ stretto  in questi panni del giovane rapper con il suono vecchio. C’è da aspettarsi un cambio drastico nel disco? Se si, sia dai fan che ti conoscono grazie a Tempura che da quelli storici, che tipo di reazione ti aspetti, considerando anche le differenze tra questi due ultimi tuoi lavori?

Con quel verso volevo un po’ scrollarmi di dosso l’immaginario del giovane paladino della roba “vecchia”. Voglio che la mia musica sia senza tempo. Il disco a livello sonoro accontenterà i gusti di tutti quelli che, nel tempo, si sono avvicinati alla mia musica.
Sono convinto che l’attesa verrà ripagata a dovere!

Guarda il video di Tempura su YouTube