19 giugno 2019
Zoom In

Zoom In #4: Sebastian presenta “La Guerra Dentro”

>CarmeloJP CarmeloJP
Agosto 03, 2016
Nonostante siamo ad Agosto e nonostante faccia tantissimo caldo, eccovi la quarta puntata di Zoom In! L’ospite di questo episodio è Sebastian aka Killa Cali – al secolo Sebastian Mattei, rapper salentino classe ’84 – che ci racconterà traccia dopo traccia la sua ultima fatica musicale: “La Guerra Dentro“. Disponibile, dal 28 Luglio – in freedownload sul sito del Bunker Studio – “La Guerra Dentro” arriva quasi tre anni dopo l’album ufficiale “Ottobre“. L’EP contiene 8 brani che sono stati registrati, missati e masterizzati da 3D presso il Bunker Studio di Roma, mentre l’artwork è stato realizzato da Ryma. L’unica collaborazione che troviamo al microfono all’interno dell’EP è quella di Sonia Margot, invece per quanto riguarda le produzioni l’artista salentino si è affidato a Tyrelli, AleAKA aka The Almighty SLW, Larry Joule, Retraz, Swaba Beggins, Yazukv e Strage. Adesso è arrivato il momento di lasciare la parola a Sebastian. Buona lettura e buon ascolto!

cover: Sebastian – “La Guerra Dentro” (2016)

01. La Guerra Dentro (prod. Tyrelli)
È la title track dell’EP, probabilmente il pezzo a cui tengo di più. È un brano in cui affronto le mie debolezze e i miei punti fermi, un po’ la mia colonna sonora di questi due anni passati senza pubblicare nulla.

02. Banale Mai (Prod. Aleaka / Thealmightyslw)
Questo brano parla della mia visione della musica. Il fatto che non mi ci dedichi al 100% non fa di me un amatore, né un dilettante. Sarò diverso, di nicchia, sottovalutato e tutto quello che volete. Ma banale mai.

03. Voglio il mare feat. Sonia Margot (Prod. Larry Joule)
È un inno al mio mare, la cosa che più manca a un ragazzo del Sud che vive lontano da casa. E il mare è un po’ una metafora della libertà dalle catene della grande città.

04. Tra bene e male (Prod. Retraz)
Forse il pezzo più propriamente “rap” dell’EP. Rappresenta il mio lato più oscuro, nella cattività in cui viviamo tutti i giorni.

05. Uguali e contrari (Prod. Swaba Beggins)
È una ballad contemporanea, parla di due persone che si cercano e si respingono in mezzo a tutti i difetti, le difficoltà e le prese di posizione che ogni storia si porta appresso.

06. Essere noi (Prod. Larry Joule)
In questo caso, invece, si tratta di una storia finita e degli strascichi che lascia, che molto spesso ci impediscono di vedere nitidamente i motivi per cui ci si è voluti.

07. Adesso o mai più (Prod. Yazukv.)
Più che un brano, uno sfogo. Parlo del mio pessimo rapporto coi social, con il tempo, con tanti aspetti della vita quotidiana che non riesco ad accettare.

08. Darti di più (Prod. Strage)
Non credo di continuare a cantare all’infinito. Ci sono giorni in cui è difficile trovare gli stimoli giusti e questo brano è stato scritto in un momento così. Quando non ci saranno più miei brani nuovi da ascoltare, e invece ne avreste voglia, sentitevi questa canzone. È il mio testamento musicale.

Anche questo quarto episodio di Zoom In è giunto al termine. Nell’attesa di conoscere i vostri feedback sulla rubrica e sul lavoro approfondito, vi salutiamo e vi diamo appuntamento al prossimo episodio.
Carmelo Leone
Classe '89, divoratore seriale di dischi e serie tv. Scrivo di rap per passione. Faccio l'hater per hobby.