17 novembre 2019
Zoom In

Smiscio con Core EP mostra tutte le sue facce

>Eugenio Ronga Eugenio Ronga
Ottobre 28, 2019

Un EP di 4 tracce non può costituire certo una base certa di giudizio, ma Smiscio in Core ce l’ha messa tutta per mostrare quello ha. Lorenzo Miscera – aka Smiscio – è un rapper nuorese che sotto la guida di Roberto Macis il 20 settembre pubblica Core EP,  primo progetto sotto la nuova etichetta Bianca Dischi.

Intuitivamente, il rapper sardo divide in il suo lavoro in due blocchi composti dalle prime due tracce e dalle ultime due. Nelle prime, prevale la rivalsa e il tono fortemente ironico, nelle ultime esce fuori la passione per la scrittura (amore nato da ragazzino) e l’introspezione. Una panoramica completa di quelle che sono le sue abilità e soprattutto una visione aperta di quello che è il mondo hip hop ai giorni nostri.

Andiamo ad analizzare nel dettaglio i brani dell’EP.

Ascolta Core EP su Spotify

Street Life feat Leschio

Pezzo tosto in cui il tono scuro e profondo della voce di Smiscio si fonde alla perfezione con la produzione di Lucky (soprattutto nel ritornello). Due extrabeat, uno di Smiscio e uno di Leschio (rapper sardo ospite del brano) segnano il brano in cui la dimostrazione tecnica fa da padrone.

Tutti fanno trap

L’ironia è il moto principale di Tutti fanno trap. Il beat di Venom, trap per l’appunto, è frenetico e ripetitivo e accompagna Smiscio che regala stoccate all’attitudine di molti rapper della nuova scena. C’è spazio anche per il solito paragone che qualsiasi rapper sardo da qualche anno a questa parte deve sorbire:





Da Milano dicono che imito Salmo

Icaro

Prima traccia introspettiva dell’EP e singolo pubblicato l’11 ottobre. Malgrado il rapper dica nel testo che non è una canzone d’amore, il riferimento è proprio quello a un amore perduto:

Sono ancora in questa stanza, lo ammetto

il tabacco e le cartine, sul letto

non si tratta di un pezzo d’amore, tu sei quel fantasma che mi tengo stretto

e ancora, non faccio testo

sono centotrenta all’ora, non faccio presto

la mia colonna sonora, il tuo decesso

ma se ti sogno sta mezz’ora sai che perdo la causa e il mio tempo

La produzione è volutamente più dolce, ma con un tono scuro che accompagna tutto il brano. Non troviamo più le chitarre metal di Street Life, ma un malinconico assolo di elettrica finale.

Life Core

Life Core ci mostra ancora un altro aspetto di Smiscio: lo storytelling. Estremamente curato anche nei particolari, il testo fa un giro completo nella vita del rapper, sottolineando aspetti a lui cari di racconto familiare. I suoni che accompagno il brano tornano a essere distorti e dai toni hardcore: questo risulta essere il suo mondo più fedele.

Guarda il video di Icaro su Youtube

Eugenio Ronga
Appassionato di Rap made in USA in maniera enciclopedica, seguo con attenzione tutta la scena europea. Scrivo per darvi dei consigli.