24 agosto 2017
News World

L’HIP HOP compie 44 anni e con GOOGLE diventi DJ!

>Samuele Storari Samuele Storari
agosto 12, 2017


Oggi non è un giorno come tutti gli altri. Ebbene sì, perchè oggi è un giorno speciale, anzi, ancora di più, perchè oggi è il COMPLEANNO DELL’HIP HOP!

Sicuramente per i più appassionati della Cultura doppia H, l’inizio del “Big Bang” dell’Hip Hop lo conoscerà molto bene… invece per chi non lo conosceva o non se lo ricordava nei dettagli, sicuramente oggi la pagina di wikipedia alla voce wikipedia.org/Hip_hop avrà avuto un’en plein di visite.

La data a cui si farebbe risalire la nascita dell’Hip Hop sarebbe proprio l’11 agosto del 1973, grazie a DJ Kool Herc, che era all’epoca (tra il 1972 e il 1976) uno dei più popolari disc jockey a New York.

L’idea geniale di Clive Campbell, fu quella di suonare passando velocemente dai dischi reggae a quelli funk e disco e così, quasi per caso, avvenne la prima festa Hip Hop della storia presso il 1520 Sedgwick Avenue.

1520 Sedgwick Avenue

Riproducendo di seguito (loopando) un break creò il breakbeat, ovvero un brano musicale con un beat seriale, che divenne caratteristico della musica hip hop e utilizzato per ballare la Break dance (da cui il termine).

Da li a poco, come in Giamaica, (culla natale di Dj Kool Herc, nato infatti a Kingston il 16 aprile 1955), queste musiche erano accompagnate da alcuni performer che parlavano mentre suonava la musica, chiamati inizialmente MCs (Masters of Ceremonies). Da li a poco si unirono i breakers e si formarono con il tempo le discipline, basate sui quattro principali elementi della cultura Hip Hop: l’MCing (introdotto dagli afroamericani), il DJing (introdotto dai giamaicani), il Writing (introdotta dai latinoamericani), il B-boying (sviluppato da afroamericani e latinoamericani del Bronx).

Dagli anni settanta ad oggi di acqua sotto i ponti ne è passata… e come ogni cultura che si evolve si sono aggiunti poi nel tempo alcuni elementi ufficiosi, considerando così inizialmente il Beatboxing come quinto elemento, anche se moltissime persone, considerano anche l’attivismo politico, la moda, lo slang ed il double dutching. Per i più “puristi”, seguendo gli insegnamenti di Afrika Bambaataa (fondatore della Zulu Nation), considerano come quinto elemento la Knowledge (intesa come conoscenza profonda della cultura e dell’uso saggio di essa).

Dopo questo breve preambolo sulla Cultura Hip Hop, veniamo alla news che ha fatto parlare tutti oggi, ovvero il regalo che ha voluto creare Google per il 44° anniversario della nascita dell’Hip Hop.

Il magnifico regalo che ha voluto fare Google, è stato quello di onorare questa Cultura e Genere musicale tramite il suo Doodle, ovvero versioni speciali del logo di Google per commemorare anniversari di eventi.

Infatti tutti quelli che si sono connessi oggi tramite l’home page del sito Google, potranno notare il magnifico logo in versione murales, creato dal visual artist e graphic designer Cey Adams (conosciuto anche per essere il creative director della Def Jam Recordings).

Google Doodle Anniversario Hip Hop

Cliccando sopra al logo inizia la vera e propria magia… parte così un filmato in stile cartoon dove il mitico Fab 5 Freddy inizia a spiegarci (anche lui in sintesi) com’è nata la Cultura Hip Hop.

Fred Brathwaite meglio conosciuto con lo pseudonimo di Fab Five Freddy, nato a New York nel 1959 è conosciuto al grande pubblico per esser stato un bravissimo writer ma soprattutto per esser stato il primo “conduttore televisivo storico” dell’Hip Hop.

Infatti è stato il primo a creare connessioni tra l’Hip Hop in strada e i mass media. Lo ricordiamo per aver creato il programma televisivo mandato in onda dal 1988 al 1995 da Mtv, il famosissimo “Yo! MTV Raps” e per aver recitato nel 1983, per la prima grande produzione cinematografica sui graffiti: il film Wild Style!

Dopo aver capito chi c’è dietro a quella voce che sentirete, iniziamo a parlare del vero soggetto di questo articolo… ovvero il famoso regalo di Google!

Google anniversary Hip Hop turntable

Ebbene si, in realtà ora non abbiamo fatto altro che scartare i primi fiocchi ed iniziare ad aprire la scatola che avvolge il regalo, perché il bello deve ancora arrivare! Finito il video di presentazione del nostro professor Fab 5 Freddy il cartoon finisce ed appare come per magia un magnifico giradischi! Google ci regala un magnifico impianto per iniziare a mixare i migliori dischi che hanno fatto la storia della cultura Hip Hop. Tramite il crossfader possiamo mixare i beat scegliendo noi gli album che ci piacciono di più. Il tutto diventa un vero e proprio gioco per dimostrare le proprie abilità da DJ! Il gioco si divide in 10 obiettivi da superare, tra cui quello di creare un mix e scratchare con la mega hit “Apache” degli Incredible Bongo Band. All’inizio ci sarà un tutorial che vi spiegherà passo dopo passo come creare i vostri mix perfetti! Quindi anche se non avete mai fatto i DJ, il divertimento è assicurato!

Il Doodle in questione sarà disponibile per le prossime 40 ore, prima di essere archiviato. Quindi dateci sotto! Ecco un esempio di come ci si possa divertire aggiungendoci persino un pianoforte!

Oggi non è un giorno come tutti gli altri. Oggi è un giorno speciale, anzi, ancora di più, perché oggi l’HIP HOP ha compiuto 44 anni e Google gli ha reso omaggio grazie al magnifico Doodle!

Ma siamo sicuri di festeggiare il compleanno dell’Hip Hop? O forse dopo 44 anni ne stiamo celebrando il funerale?

Come diceva (già più di dieci anni fa) Nas nel 2006, con il suo undicesimo disco: “Hip Hop Is Dead (?!)“.

Anniversario o funerale a voi l’ardua sentenza. Sta di fatto che ormai “Hip Hop” vuol dire tutto e niente.

Cosa è rimasto di tutto questo? Cosa ne rimarrà di tutto questo? TANTI AUGURI HIP HOP!


Samuele Storari
Samuele "SaBu" Storari 🖥 Since 2005 · Senior Moderator ✕ IlRap.com · Founder ✕ GugolRep.com · Redattore ✕ LaCasaDelRap.com 🎭 Art Director 🎉 Artists & Events Promoter 💡 Digital PR 📸 Photographer 🎥 Videomaker · fb.com/gugolrep · fb.com/sabuprod

Comments