20 agosto 2019
Interviste

La Minaccia: l’intervista

>Raffaele Lauretti Raffaele Lauretti
Ottobre 24, 2015

Fuori ora per 40Ladroni Records: La Minaccia. In poco meno di quindici brani, il giovane (Classe 1991) si racconta e racconta la periferia da cui proviene, allargandosi fino a universalizzare questo sentimento, a metà tra l’amore e la voglia di fuggire, per il quartiere; tutto ciò grazie agli ospiti di caratura internazionale presenti nel disco: da Skx (rapper tedesco) a ZiZi (Voce del Bronx trapiantata a Roma) passando per Coolio, leggendario autore di Gangsta’s paradise.

Ciao, benvenuto ne La Casa Del Rap. Presentati per i nostri lettori!
Prima di presentarmi volevo ringraziarvi dell’occasione e della possibilità che mi state concedendo. Passati i ringraziamenti vi parlo di me: mi chiamo Emanuele, ho 24 anni, vengo da Roma e sono uno dei tanti che vuole emergere (con meritocrazia), in maniera pulita, senza calpestare i piedi di nessuno, ma facendo la mia musica con il
mio produttore e i membri dell’etichetta, per lasciare un buon prodotto a chi ci segue.

Il tuo primo disco ufficiale esce per 40 Ladroni Records. Puoi raccontarci com’è nato questo sodalizio?
Iniziò in maniera che a raccontarlo non è facile: posso solo dire che è stato un fulmine a ciel sereno, che mi ha trovato non impreparato, ma in un periodo dove credevo di dover abbandonare i sogni di gloria e cominciare a prendere seriamente la mia vita. Conobbi G-LU perché mandai un mio pezzo all’etichetta, a loro piacque il singolo, e giorni dopo andai a registrare in sede a Roma. Ho avuto modo poi nei mesi di rafforzare l’amicizia con G che credette in me fin da subito, iniziando questo viaggio che oggi mi ha portato, grazie a lui e ai membri veterani dell’etichetta SKZ e ZZ, a realizzare qualcosa che -per come’era la mia vita fino a qualche anno fa- era impensabile: chiudere un disco importante come “Un Classico Esempio”.

Nel disco ci sono collaborazioni internazionali come quella di Skx, di ZiZi e Coolio. Come sono nate queste collaborazioni? Com’è stato collaborare con l’autore di Gangsta’s paradise?
Le collaborazioni sono nate tutte da un mio desiderio personale: avere SKX e ZZ (i veterani dell’etichetta) nell’album. Sarebbe stato il massimo per me, ma G-LU mandò dei pezzi dell’album a Coolio: lui li ascoltò, chiedendo a G, giustamente, di che cosa trattasse il disco a grandi linee, per farsi un’idea. Pur non capendo l’italiano, appoggiò in pieno la causa volendo fare delle barre in un brano del disco e la cosa andò in porto.Avere l’onore e la fortuna che ho io, quella di avere un’artista più che affermato come Coolio nel disco, è una cosa che ancora oggi non riesco a mettere a fuoco, un qualcosa che non ti aspetti in tutta una carriera figurarsi al primo disco di esordio.E’ una fortuna che -scusate l’arroganza- nessuno può capire oambire se non hai i giusti contatti con le giuste persone. Questo non è il caso nostro, voglio dimostrare senza essere frainteso che continuerò ad essere lo stesso di tutti i giorni: non sarà una collaborazione con un’artista affermato a mettermi i grilli per la testa o la presunzione di credere d’essere già arrivato al top.

Come hai scelto i tappeti musicali per il tuo disco? Quanto peso ha avuto la 40Ladroni Records sulle tue scelte?
Volevamo che il disco avesse un’impronta hip hop con produzioni di Welon, che a parere mio ha dato il meglio: un’impronta californiana new age, pur restando sempre con un piede nel bel paese. Nell’album ci sono composizioni che fanno riflettere, altre che ti fanno muovere la testa, altre che magari ti fanno piangere o sorridere e questo credo che sia presente al 100%. Ci siamo impegnati nel comporlo, nello scriverlo, nell’immaginarcelo, cosi com’è venuto fuori.La 40 Ladroni Records ha avuto un’impatto fatale nella mia vita, cambiandomela e stravolgendomela in meglio, sono sicuro che sarà un lunghissimo viaggio, ho preso questo treno e non voglio scendere.

Ricordaci dove seguirti
Vorrei ringraziare di nuovo la redazione della Casa del Rap per l’intervista, i contatti sono:
40 Ladroni Records  Official Page LaMinaccia  e 40 Ladroni Records

Raffaele Lauretti
Raffaele Lauretti
Scrivo di rap e studio filosofia. Nel tempo libero mangio la carbonara.