20 giugno 2019
ITA

Diggin In The Web puntata #344

>Sandro Torres Sandro Torres
Ottobre 25, 2015
Buona domenica e bentornati tra le righe di Diggin In The Web, la rubrica che vi propone il meglio della musica black emergente italiana, oltre ad un sacco di chicche scovate nel mondo di internet. Non perdiamoci in chiacchiere e partiamo subito con la selezione del sottoscritto aka Sandro Outwo.

Come ormai tutti saprete, io sono di Polignano a Mare, Bari, il paese che ha dato i natali a Domenico Modugno. Ergo, da pugliese, cerco sempre di avere gli occhi aperti sulle nuove uscite firmate da artisti provenienti dalla mia stessa regione, così da dare, nel mio piccolo, tutto il supporto che meritano. Gegh Murakami (MC) e Deje Amargo (producer) vengono, rispettivamente, da Ostuni e Brindisi e ci propongono il loro EP “Land Of Ghosts“, disponibile in ascolto e in free download di seguito. Il lavoro è composto da 6 tracce dalle atmosfere scure e introspettive, in cui l’alchimia tra MC e producer si fonde bene in un mix che vi lascerà a bocca aperta. Il primo singolo estratto da “Land Of Ghosts” si chiama “Tearscity“, secondo traccia dell’EP. Gustatevi tutto e supportate Gegh Murakami e Deje Amargo: non dite che non ve l’avevo detto, poi.


 

Chiudo la mia breve selezione con un bel pezzo potente: Greve, DJ Grappo e Zizou, rispettivamente MC, DJ e producer, ci presentano il primo singolo estratto da “First Call“. “Limitless” vede la collaborazione di 2 personalità illustri come Brain (FNO) e Ruste Juxx, artista americano affiliato alla Duck Down Records.
 

Andiamo avanti con la selezione di Stephaz.

Per problemi di tempo sono costretto ad adottare una soluzione diversa rispetto alla tradizione. A seguire infatti trovate tutti i lavori che ho deciso di segnalarvi ma senza alcuna descrizione a riguardo. Vi riassumo tutto in breve in queste poche righe introduttive.
Il primo lavoro è opera di Razza B, rapper di Caserta da poco più di un mese fuori con “12”, album presentato con l’aiuto dei tipi di So Far Away: disco che dimostra ancora qualche lato acerbo dell’autore ma con molti spunti interessanti. Dedicato a chi è in cerca di rap da battaglia.
Il secondo nome è quello di Demetrio Darko, provenienza Cagliari, crew di appartenenza D.M.C. Anche in questo caso nel titolo del progetto c’è di mezzo un dodici ma si tratta di “12 Round”: ancora del rap assassino, a differenza di Razza B l’attitudine è però molto più grezza e da freestyler.
La chiusura arriva con un brevissimo tributo a J Dilla realizzato dal talentuoso producer Emshi, davvero troppa goduria in così pochi minuti.
Questo è tutto, almeno per oggi. Cliccando sulle cover che seguono potrete ascoltare o scaricare i lavori che vi ho proposto. Dalla regia si scusano per il disagio.

Continuiamo con CarmeloJP.

Selezione abbastanza corposa, per quanto mi riguarda. Quindi, bando alle ciance e partiamo subito. Il primo nome che vi propongo è Tuna’ Soul, band casertana che conta 6 componenti: un rapper, una cantante, un chitarrista, un bassista, un batterista ed un tastierista. Unendo le loro forze, tra il 2014 e il 2015 hanno lavorato alle 8 tracce che compongono l’EP “Fish & Riffs” e il risultato è un misto di hip hop, soul e funky. Non vi resta che ascoltarlo e, se vi piace, acquistarlo!
 


 

Il secondo nome che vi propongo è Sagoma, rapper che non conoscevo fino a due minuti fa. Sagoma ha da poco rilasciato in free download l’EP “Checkmate“, interamente prodotto da Jok Beatz e prodotto dall’etichetta torinese Truman Company. All’EP hanno collaborato Chantal, al microfono, e Lil Bac, agli scratch. Di seguito vi lascio il video ufficiale di “Cosa Resta”, la traccia che apre l’EP. Per scaricare “Checkmate” vi basta cliccare QUI!

Adesso vi presento un mixtape vecchio stile: “Big Service Mixtape” della crew Big Service. I 20 brani che lo compongono sono tutti originali: pezzi solisti dei vari componenti della crew e non, remix, skit – tra cui troviamo tra gli altri i nomi di Dargen D’Amico, Inoki, Esa, Sud Sound System, Totò Nasty – che sono stati mixati assieme da Dj Grand Master Angel. Al microfono non ci sono collaborazioni esterne, mentre sul lato delle produzioni e degli scratch intervengono ZenBeat e Dj Beef. Il mixtape è scaricabile gratuitamente cliccando sulla cover sottostante.

E’ arrivato il momento del mio ultimo contributo per questa puntata di #DITW: “Grande Bleu” di Milo & Judah: EP composto da 6 tracce, alle quali hanno collaborato Willie Peyote, Shorty (il quale al momento è un concorrente di XFactor, ti vedo Davide!), Biguayo e Dj Lil Cut. Per il resto non voglio anticiparvi nulla, voglio che sia una scoperta così come lo è stato per me!
 


 

Chiudiamo in bellezza con Raffaele Lauretti.

Oggi cominciamo con un progetto musicalmente eclettico: Mortal Format dei Metroid. Il duo hardcore rap romano ci presenta un concept album capace di spaziare molto musicalmente, ricco di skit e che, come dice il nome, intende richiamare il mondo televisivo; il tutto è tratteggiato dalle liriche crude dei due MCs che non si risparmiano affatto e che dipingono un immaginario grottesco tanto quanto il mondo che da loro viene raccontato.

Continuo con una raccolta di sole strumentali: Free to love. Yambù ci presenta un suono caldo, dal sapore classico che ritrova le proprie radici nel funk, nel jazz e nel soul, sfiorando tutte le declinazioni dell’amore, come da titolo.

Concludo con un altro beat-tape: Crater nasce da Odeeno & Iken, due personalità molto diverse che si fondono in un solo lavoro, fatto di sintetizzatori, sonorità elettroniche, bassline corpose e samples dalla qualita lo-fi. Il risultato è davvero godibile.

Alla prossima!
Sandro Outwo, Stephaz, CarmeloJP e Raffaele Lauretti

Sandro Torres
Caporedattore
Rapper, cantante, speaker radiofonico, sneakerhead e streetwear addicted, detentore della verità assoluta. Il tuo idolo vorrebbe essere me.