23 gennaio 2020
Ladies First

Il progetto musicale di Miss/Dodge sta mutando pelle

>Carlo Piantoni Carlo Piantoni
04 Dicembre, 2019

Ultimo mese dell’anno, che riservi a tutti giorni migliori. Soprattutto a chi in questi (quasi) 365 giorni ha sofferto, ha lottato, a chi è caduto e poi si è rialzato. A chi malgrado tutto non si è mai arreso. Che sia per tutti noi un dolcissimo Dicembre, ricco di belle sorprese.

Tralasciando le filastrocche, siamo giunti al capolinea di questo intenso 2019 e con il nuovo anno la nostra rubrica Ladies First entra nel suo quinto ciclo di attività con oltre 50 approfondimenti pubblicati e ben due compilation dedicate alla scena urban femminile nostrana, realizzate con l’obiettivo benefico di supportare l’Associazione Susan G. Komen Italia, al fianco dello staff di Worth Wearing che ha firmato il merchandising ufficiale di Ladies First. Ricordo che tutto il ricavato viene devoluto: fai il tuo ordine!

Tornando a noi, quest’anno vi abbiamo proposto tantissimi nomi nuovi e parecchi progetti pronti a prendere il decollo. Tra questi, noi ci auguriamo ci possa essere anche quello di Miss/Dodge, alias della bellunese classe ‘92 Eva Feltrin. Rapper, songwriter e ballerina di Twerk, oltre che official ambassador del brand Dolly Noire, come si intuisce dal nome artistico il suo sound si fonde con liriche aggressive (Dodge), ma allo stesso tempo sensuali così da non rinnegare la propria femminilità (Miss).
Miss/Dodge inizia a conoscere la cultura Hip Hop nel 2005 e da subito si appassiona alle sonorità americane, dalle quali è fortemente influenzata. Dopo una serie di esperienze e qualche pubblicazione, nel corso del 2018 firma un contratto con Cosmophonix Production avviando in questo modo un progetto urban con contaminazioni Twerk e West Coast.
A settembre 2019 Miss/Dodge lancia il primo singolo del suo nuovo progetto con Cosmophonix. Si tratta di Pimp, un brano che riscuote subito grande apprezzamento della scena sia in Italia che all’estero, Stati Uniti compresi. Proprio con artisti d’oltreoceano inizia a collaborare a distanza per la realizzazione di featuring e progetti discografici. Il suo nuovo singolo, pubblicato ad inizio novembre, è Cleopatra.

Guarda il video su YouTube

Eccoci! Partiamo con le tre domande d’apertura. Uno: presentati e raccontaci chi sei e cosa ti ha fatta appassionare alla musica.

Io sono Eva aka Miss/Dodge. Seguo la cultura Hip Hop e in generale l’ambiente urban dal 2005, ho scritto i primi testi nel 2009 e nel 2016 ho iniziato un progetto che mi ha portata nel 2018 a firmare un contratto con Cosmophonix.
Si può dire che sono nata con la musica, poiché già a 4 anni frequentavo un corso di danza e mi sono avvicinata al canto nel 2005. All’inizio era solo ballo, poi è diventato anche rap. In quegli anni ero bersagliata dai bulli e il genere, nonché la scrittura, mi hanno aiutato a lottare e superare le difficoltà, oltre che esternare i miei sentimenti. Mi ha cambiato la vita insegnandomi ad essere una guerriera.

Due: questa rubrica è uno zoom sulla scena urban al femminile. Ora che il movimento è in crescita, come vedi la situazione?

Come un’ottima opportunità! Finalmente è possibile far capire che le donne possono avere un loro ruolo e un pubblico nella scena urban.

Tre: con la musica quali obiettivi vorresti raggiungere, professionali e personali?

Ogni giorno raggiungo traguardi, sebbene piccoli, molto significanti sia dal lato personale che professionale. Sono una persona molto ambiziosa e per il momento i miei 2 obbiettivi principali, oltre ovviamente a far conoscere la mia musica a più persone possibili, sono fare un featuring con Guè Pequeno e sbarcare in America.





Emergente, ma non troppo. In realtà hai già diverse esperienze. Quali sono stati i tuoi primi progetti? Guardando indietro, come li valuti?

Sarò sincera, per quanto all’epoca fossi convinta delle mie scelte, rivalutandole ora, erano un po’ tutte campate in aria, anche se mi hanno portato ad esibirmi in numerosi live in diverse città del nord Italia tra cui Milano, Genova, Bologna e Treviso.
Questo mi ha permesso di fare la cosiddetta “gavetta” e conoscere numerosi addetti ai lavori, che mi hanno insegnato moltissimo.
Se dovessi valutarmi e tornare indietro nel tempo, sarei molto più pignola e pianificherei il tutto prima di agire.
I miei primi progetti sono stati dei singoli pubblicati su Facebook, stile Reggaeton e Crunk registrati a casa di un amico. Nel 2013 feci uno Street album totalmente Home Made dai Beat alle copertine con il mio socio Tsal, e riuscimmo a smerciare circa 200 copie. Nel mentre vinsi un concorso di scrittura e feci alcuni featuring.
Il mio primo vero video ufficiale da solista, per il brano Kevlar, lo pubblicai solo nel 2017.

In generale, quali sono i tuoi riferimenti musicali e quali le principali influenze artistiche che nel tempo ti hanno ispirata?

Sono sempre stata influenzata dal rap americano e in particolare dal Gangsta rap della West Coast e lo stile Clubbing.
Eminem mi ha insegnato a reagire, ma sono stati Dr. Dre, Snoop Dogg, Tupac, Nate Dogg, 50cent, Missy Elliott, Chingy, Notorious BIG, ecc… ad ispirarmi.
Oggi, oltre a quelli citati sopra, mi ispiro molto allo stile di Tyga.
I primi artisti rap della scena italiana che ho ascoltato sono stati i Club Dogo. Guè Pequeno, per me, rimane ancora oggi il migliore in Italia.

Dal 2018 approdi in Cosmophonix Production. Cos’è questa realtà per te e con quali obiettivi state lavorando?

Cosmophonix è la mia famiglia e non avrei raggiunto questo livello se non fosse stato anche per loro.
Hanno creduto in me fin dal primo momento che ci siamo incontrati e mi stanno dando la possibilità di crescere come artista e come persona.
Ogni giorno raggiungiamo nuovi obbiettivi e come dicevo, quello principale è di poter far conoscere Miss/Dodge a quante più persone possibili.

Guarda il video su YouTube

Il singolo Pimp ha avuto ottimi riscontri. Com’è nata e cosa rappresenta per te questa traccia?

Partirei con il dire che amici e conoscenti mi hanno sempre definita “Pimp” per il mio atteggiamento, il modo di vestire e come in ogni cosa vedessi del Business.
Quindi mi sono detta, perché non fare una canzone e raccontarlo? Ho semplicemente raggruppato delle vicende personali. Essere “Pimp” per me significa essere una donna forte, indipendente, che raggiunge il successo con le proprie forze e che non teme di essere troppo sensuale e femminile.

Anche il nuovo video Cleopatra sta girando parecchio. Volevo sapere da te come stai lavorando nella costruzione del tuo immaginario, tu che tra l’altro sei anche ambassador per un brand italiano. Raccontaci anche di questa esperienza!

La Miss/Dodge del 2017/2018, di Kevlar, Sigaro in bocca, ecc… non esiste più.
Da un anno e mezzo a questa parte sono cambiata radicalmente, tanto che alcuni amici hanno strizzato gli occhi 2 volte prima di convincersi che quella in Pimp e Cleopatra ero ancora io. Sono soddisfatta del prodotto che stiamo creando.
Dolly Noire è la mia seconda famiglia. È un brand che non offre solo “sconti” per gli ambassador, ma concede l’opportunità a tutti i collaboratori di crescere ognuno nel proprio settore. Per fare un esempio, a settembre di quest’anno, mi sono esibita durante il loro raduno ed è stata un esperienza indimenticabile.

Domanda di chiusura: puoi già anticiparci quali saranno i tuoi prossimi passi?

Sto lavorando ad un nuovo album e ad alcuni featuring importanti, ma nell’attesa vi spoilero che l’11/12 sarà disponibile su Spotify una nuova traccia che si intitola MD.
Il consiglio che posso dare ai miei fan/ascoltatori è di tener sott’occhio i miei social perché ci saranno grandi novità.
Seguitemi su Instagram, Spotify, YouTube e Tik Tok.

Carlo Piantoni
Redattore
Superstite del forum, qui scrivo ancora con la passione di un utente. Con un focus sul panorama italiano, più che scrivere di rap lo ascolto e lascio spazio ai suoi protagonisti.