12 dicembre 2018
Beatrate, Interviste

Mastafive con il suo Ep Insomnia Sun Set nella nuova puntata di Beatrate

>Ciro Carchia Ciro Carchia
Ott 04, 2018

Beatrate è la nuova lente di ingrandimento sul mondo della produzione musicale in collaborazione con beatmakings.it. Negli ultimi tempi, il livello della scena nazionale si è alzato notevolmente e l’obiettivo di Beatrate è quello di approfondire e dare spazio ai lavori dei migliori beatmakers dello stivale.

In questa puntata vi segnaliamo l’ultimo progetto del rapper e produttore torinese Mastafive intitolato Insomnia Sun Set. Figura di spicco della scena Hip Hop italiana fin dalla prima metà degli anni ’90, Mastafive ha recentemente rilasciato un EP strumentale che vi consigliamo di ascoltare assolutamente, e abbiamo approfittato dell’occasione per porgli alcune domande sul suo ultimo lavoro.

Ovviamente il nome Mastafive non ha bisogno di presentazioni, essendo un veterano della scena con all’attivo numerose e importantissime collaborazioni, mixtape e compilation. Se non sbaglio però questo è il tuo primo progetto completamente strumentale. Ci spieghi il perché di questa scelta e come nasce questa esigenza a questo punto della tua carriera?

Prima di tutto grazie per l’intervista e un saluto ai lettori de lacasadelrap.com. Questo è il mio primo lavoro di strumentali ufficiale, ne sentivo l’esigenza, prima di tutto perché mi sono sentito ispirato dopo aver scritto un album rap intero e scoperto che le parole non mi aiutavano a far percepire cosa avevo dentro come la musica, allora sono ritornato dopo un bel po’ di tempo a produrre per produrre… solo musica, cogliendo la palla al balzo di Hashetic Front che mi chiese un lavoro di questo tipo. Un po’ per riprendermi la mia identità, perché nasco come produttore, poi ho fatto altre 100 cose. Constatando, alla fine, che tutto quello che ho fatto e faccio converge poi nella mia espressione migliore, cioè quella musicale. Attenzione migliore per me, non in senso assoluto.

Mastafive_0.jpg

Perché il titolo Insomnia Sun Set? Qual è il concept che sta dietro questo tuo ultimo lavoro e qual è la traccia che ti sta più a cuore del progetto?

La traccia che mi sta più a cuore è Got a Pantuf, perché è quella che ho fatto con mio figlio di 9 anni ed è dedicata a sua madre. L’insonnia è una patologia che mi accompagna fin dalla pubertà, ma la mia insonnia non è mai stato un disturbo depressivo o persecutorio (nell’accezione più negativa, perché comunque non dormire è persecutorio di per sé) ma più uno status mentale, perché è un disturbo che non mi impedisce di addormentarmi, ma mi sveglia spesso nel cuore della notte con il cervello che letteralmente “frigge” e dovevo/devo fare qualcosa. Da piccolo dipingevo, scrivevo poesie, creavo omini con il pongo… oppure soffrivo di sonnambulismo e me ne andavo in giro per casa (era molto grande, su tre piani, e di sotto c’era il ristorante dei miei genitori). Ancora adesso è difficile che dorma per più di 4/5 ore consecutive. Invece, il crepuscolo, il tramonto è quel momento della giornata dove finalmente il telefono comincia a squillare di meno, si avvicina l’ora di cena e si calma un po’ tutto durante la settimana. Quindi il mio momento creativo arriva con il tramonto e poi l’insonnia.

Vista la tua esperienza e la tua ininterrotta attività, cosa ne pensi dell’attuale situazione del beatmaking,in particolare per quanto riguarda la scena italiana?

Gli italiani “danno in culo” a parecchi là fuori da questa piccola nazione, credo che abbiamo qualcosa in più. Poi con l’abbassarsi dei prezzi che rendono la strumentazione meno proibitiva, tanti fanno propri modi e determinate macchine con  strumentazioni acquisendo uno stile personale. Ora che i rapper hanno trovato la loro collocazione, i freestylers sono riusciti a farsi portavoce di alcuni dei valori dell’Hip Hop, i beatboxers spuntano come funghi e sono sempre più attirati dalla cultura hip hop stessa, i beatmakers  hanno ad oggi i tempi maturi perché si organizzino e fondino loro spazi dedicati. Perché se aspetti riconoscimento dai rapper, fai prima a inventare la trasformazione dei Puffi in oro….

Ti va di parlarci dei tuoi progetti per il futuro? Stai lavorando a nuova musica?

Certo, sono molto prolifico in questo periodo. Sto lavorando ad un Ep con Tera, uscirà una traccia con DonaLd  D a giorni, sto facendo anche dei mixtape a tema. Sto già lavorando a delle tracce strumentali nuove e ad eventi nuovi da proporre.